Mirova ha annunciato il closing finale del fondo sulle energie rinnovabili Mirova-Eurofideme 3 con un commitment di 350 milioni di euro, significativamente al di sopra del suo target iniziale di 200 milioni di euro. La raccolta ha ricevuto l’apporto di investitori istituzionali

nuovi ed esistenti di diversi paesi europei, inclusa la BEI – Banca Europea degli Investimenti che ha investito 40 milioni di euro.

 Mirova-Eurofideme 3 ha effettuato già otto investimenti per un valore pari a circa 100 milioni di euro, in partnership con aziende indipendenti di produzione di energia, finanziando oltre 300 megawatt di progetti a energia solare, eolica e idrica in tutta Europa, con Francia e Paesi nordici come mercati centrali.

 Mirova-Eurofideme 3 è il terzo fondo gestito da Mirova e dedicato agli investimenti azionari nel segmento delle energie rinnovabili. I primi due fondi, Fideme and Eurofideme 2, hanno contribuito a finanziare oltre 700 megawatt di asset legati alle energie rinnovabili.

 Raphael Lance, Head of Renewable Energy Funds di Mirova, ha commentato: “Siamo davvero orgogliosi di essere riusciti a rafforzare ulteriormente i rapporti che avevamo costruito nel tempo con i nostri investitori. Investire ancora con noi è un chiaro segno di fiducia. Siamo, inoltre, molto contenti che tanti investitori, con differenti profili e provenienti da diverse aree, abbiano deciso per la prima volta di affidarsi a Mirova per investire in progetti legati alle energie rinnovabili. Continueremo a ricercare le migliori opportunità in questo settore in rapida crescita, sfruttando il nostro network di partner industriali di alta qualità”.

Antonio Bottillo, Country Head and Executive Managing Director per l’Italia di Natixis Global Asset Management, ha aggiunto: “Gli investitori istituzionali italiani stanno mostrando sempre maggiore interesse per gli investimenti che hanno un impatto sul tessuto produttivo di un paese. Andando a finanziare progetti legati alle energie rinnovabili, Mirova dimostra ancora una volta il suo impegno verso la transizione energetica”.

Philippe Zaouati, CEO di Mirova, ha sottolineato: “Il successo del fundraising di Mirova- Eurofideme 3 è il risultato dei nostri continui sforzi tesi a offrire agli investitori istituzionali soluzioni in grado di affrontare i temi legati al cambiamento climatico e di introdurre criteri ESG all’interno di asset class diversificate, come green bond, strategie azionarie tematiche, e in particolare infrastrutture sostenibili, dove gli asset under management stanno aumentando velocemente e hanno raggiunto 1,6 miliardi di euro”.

Il team di Mirova sulle energie rinnovabili ha ricevuto nel 2015 il premio come “Best Green Strategy” al SIATI Infrastructure Summit 2015. Miorva-Eurofideme 3 è stato uno dei primi fondi sulle infrastrutture a ricevere l’etichetta “Energy and Ecological Transition for Climate” promosso da Ministero francese per l’Ecologia, lo Sviluppo sostenibile e l’Energia da Maggio 2016 come riconoscimento degli investitori attivi nel finanziamento della transizione energetica. Mirova ha inoltre ricevuto il marchio  LuxFLAG per la qualità delle attività e della reportistica ESG per gli investitori.