CCIR

Il Consiglio di Amministrazione di Saipem S.p.A., presieduto da Paolo Andrea Colombo, ha approvato la Relazione Finanziaria Semestrale consolidata al 30 giugno 2016Stefano Cao, Amministratore Delegato di Saipem, ha commentato:

 

 “Nel primo semestre del 2016 Saipem ha conseguito risultati operativi robusti grazie all’ottima performance nell’esecuzione delle commesse E&C offshore, ai contratti di lungo periodo che ancora sostengono la marginalità nel drilling offshore e al costante impegno in termini di riduzione dei costi ed efficientamento dei processi. Le nostre competenze distintive hanno permesso l’aggiudicazione di importanti nuove commesse, prevalentemente in progetti offshore, pur nel perdurare della crisi del settore ed in particolare del segmento della perforazione. La performance del semestre ci consente di traguardare risultati resilienti per l’anno in corso, in un mercato che si conferma estremamente complesso.”

Risultati del primo semestre 2016: Ricavi: 5.275 milioni di euro (5.373 milioni di euro nel primo semestre del 2015), di cui  2.435 milioni nel secondo trimestre. Risultato operativo (EBIT) adjusted: 324 milioni di euro (-479 milioni di euro nel primo semestre del 2015) di cui 182 milioni nel secondo trimestre

Risultato operativo (EBIT) reported: 237 milioni di euro (-790 milioni di euro nel primo semestre del 2015) di cui 95 milioni nel secondo trimestre

Risultato netto adjusted2: 140 milioni di euro (-609 milioni di euro nel primo semestre del 2015) di cui 79 milioni nel secondo trimestre

Risultato netto reported: 53 milioni di euro (-920 milioni di euro nel primo semestre del 2015) di cui   -8 milioni nel secondo trimestre

Investimenti tecnici: 97 milioni di euro (268 milioni di euro nel primo semestre del 2015) di cui 52 milioni nel secondo trimestre

Debito netto al 30 giugno 2016: 1.970 milioni di euro (5.390 milioni di euro al 31 dicembre 2015; 2.040 milioni di euro al 31 marzo 2016)

Acquisizione nuovi ordini: 3.328 milioni di euro (3.500 milioni di euro nel primo semestre del 2015) di cui 2.303 milioni nel secondo trimestre. A questi si aggiungono oltre 2.500 milioni di euro di nuovi contratti acquisiti nel mese di luglio

Portafoglio ordini residuo: 13.899 milioni di euro (15.846 milioni di euro al 31 dicembre 2015)

Aggiornamento guidance 2016: Ricavi: ~10,5 miliardi di euro. Utile operativo (EBIT) adjusted: ~600 milioni di euro. Utile netto adjusted: ~250 milioni di euro. Investimenti tecnici: ~400 milioni di euro. Debito netto: ~1,5 miliardi di euro