CCIR

Saipem si è aggiudicata nuovi contratti e l’estensione di accordi esistenti nell’ambito della perforazione onshore in Arabia Saudita, Marocco, Bolivia e Argentina per un valore complessivo di circa 240 milioni di dollari. Saipem rafforza la propria presenza in Medio Oriente, area strategica per la Società, grazie a

un’ulteriore importante estensione, della durata di tre anni, delle attività relative a sei impianti di perforazione terra di media potenza e già operativi in Arabia Saudita che si aggiungono alle estensioni di pari durata di altri dieci impianti nello stesso paese annunciati nel settembre 2016.

 

In Marocco, in seguito alle attività già acquisite nel paese, Saipem vede riconosciuta l’elevata qualità dei suoi servizi con un’ulteriore estensione contrattuale, della durata di circa quattro mesi, per la fornitura di servizi di perforazione e interventi su pozzi a terra con un impianto di media potenza che opererà nella parte settentrionale del paese, in prossimità del confine algerino. In Bolivia, paese di rilevante interesse per via delle sue potenzialità, Saipem consolida la sua pluriennale presenza grazie all’acquisizione di un contratto per un anno di lavoro con un impianto di media potenza.

 

Sempre in America Latina, la Società ha acquisito un nuovo contratto in Argentina per l’impiego di un ulteriore impianto di tipo idraulico per un periodo di 8 mesi, che segue quello annunciato il 22 settembre dello scorso anno. Questa nuova aggiudicazione segna il consolidamento di Saipem nel paese e il rafforzamento della presenza in un mercato di particolare interesse nel continente sudamericano, date le sue dimensioni e prospettive di crescita che costituiscono un potenziale di attrazione per le grandi compagnie petrolifere internazionali.

 

Stefano Cao, Amministratore Delegato di Saipem, ha così commentato: " Con queste nuove acquisizioni Saipem consolida la propria pluriennale presenza in Medio Oriente e America Latina in vista di una crescita del mercato della perforazione in queste aree strategiche del Mondo ".