CCIR

Saipem, in consorzio con Petrofac e Samsung, si è aggiudicata un nuovo contratto E&C Onshore in Tailandia per l’espansione della raffineria di Sriracha del valore complessivo di circa 4 miliardi USD.

Il contratto è stato assegnato da Thai Oil Public Limited Company (ThaiOil), controllata della Petroleum Authority of Thailand Public Company Limited (PTT PLC), compagnia nazionale tailandese per l’oil & gas. La quota di competenza Saipem è pari a circa 1,4 miliardi USD. Sriracha, attualmente la più grande raffineria del Paese, si trova nella provincia di Chonburi, lungo la costa orientale del Golfo di Thailandia. I lavori comprendono l’ingegneria, l’acquisto dei materiali, la costruzione e l’avviamento di nuove unità di produzione e l’ammodernamento di alcune di quelle esistenti. Essi rientrano nell’ambito del progetto Clean Fuel Project (CFP) promosso da ThaiOil per produrre carburanti di qualità superiore e aumentare la capacità produttiva dell’intera raffineria di Sriracha da 275.000 barili al giorno a 400.000 barili. Il progetto si distingue per l’alto profilo delle tecnologie coinvolte, la complessità realizzativa e le soluzioni tecniche all’avanguardia nel settore della raffinazione. (Farnesina)