CCIR

Più di una semplice soluzione per la casa: un ecosistema che risponde ai bisogni di comfort, sicurezza ed efficienza energetica: con questa mission nasce il progetto “Casa Aumentata” di ABB.

Gli italiani sono innamorati della casa connessa: una casa nella quale, grazie alla tecnologia, è possibile controllare tutti i dispositivi presenti, programmando e automatizzando la maggior parte delle funzionalità dei sistemi domestici.

Proprio grazie a un maggiore controllo si risparmia energia, si garantisce il massimo comfort e un elevato livello di sicurezza: questi i tre principali vantaggi e punti di forza di una casa intelligente.

Ma non è sempre facile trasformare i desideri in realtà davvero intelligenti ed efficienti. Un cambio di passo arriva oggi dal concetto di integrazione a 360° portato sul mercato da ABB con “Casa Aumentata”, un ecosistema di soluzioni in grado di rispondere alle esigenze del mercato e di connetterle in modo semplice ma innovativo.

Un sistema semplice e su misura che - come sottolineato dell’aggettivo “aumentata” – cresce e si evolve sulle richieste di chi quotidianamente vive gli ambienti della casa attraverso funzioni e servizi.

Il mercato della Smart Home in Italia.  Tecnologie intelligenti, Internet of Things e Smart Home sono argomenti sulla bocca di tutti. Ma quanto ne sanno realmente gli italiani e quanto utilizzano i nuovi dispositivi connessi?

Come sottolineato dalla ricerca sulla Smart Home dell’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano, il mondo degli oggetti connessi cresce molto rapidamente: nel 2018 questo mercato in Italia ha toccato quota 380 milioni di euro, +52% sul 2017. Ma le opportunità – e le sfide – sono ancora molte.

La principale novità del 2018 è legata alla comparsa dei cosiddetti smart home Speaker, gli assistenti vocali – Google Home e Amazon Alexa – che hanno radicalmente trascinato le vendite di tutto il comparto delle soluzioni per la casa connessa e che si sono dimostrati un volano per le vendite degli altri oggetti connessi, soprattutto legati alla sicurezza e alla gestione del comfort.

In questa ipotetica classifica di oggetti connessi brilla proprio la sicurezza con il 35% di mercato (circa 130 milioni di euro), ma anche gli elettrodomestici smart hanno toccato quota 14% (circa 55 milioni di euro), mentre le soluzioni per il comfort domestico si sono attestate al 12% (pari a circa 45 milioni di euro).

Come rendere la casa smart…Aumentata?   Per rendere la casa più intelligente è necessario fare un investimento, la cui entità però dipende da come si decide di procedere. È possibile scegliere di iniziare con alcuni dispositivi, senza svolgere alcun tipo di lavoro invasivo in casa e di aggiungerne altri successivamente. “Casa Aumentata” consente proprio di confezionare l'impianto per soddisfare le esigenze di comfort, efficienza energetica e sicurezza anche in maniera graduale e al passo con i tempi.

Proprio grazie all’ampia gamma dei propri prodotti, ABB è in grado di supportare il percorso di evoluzione delle abitazioni.

Riscaldamento, climatizzazione delle stanze, impianti elettrici, sistemi di controllo per finestre, porte e antifurto, oltre a svariati componenti della casa integrati e controllabili da remoto: tutto è progettato per facilitare le molteplici attività della vita domestica, garantendo al contempo efficienza, riduzione degli sprechi e risparmio in bolletta.