CCIR

Energean ha siglato un accordo per l’acquisizione della quota detenuta da Total nel Blocco 2, giacimento di gas situato nella parte occidentale della Grecia. Il Blocco 2 fa parte di un programma di ricerca ed esplorazione degli idrocarburi offshore e onshore nelle aree

del Mediterraneo orientale - lanciato dal governo di Atene nel 2014 - che ha coinvolto numerosi player del settore interessati ad ottenere la licenza per l’esplorazione, tra cui Total.

L'accordo odierno, oltre a migliorare ulteriormente il potenziale di crescita futuro del portafoglio Energean, offre alla Società anche l’opportunità di generare, nel medio termine, ulteriore valore per tutti i suoi stakeholder.

Al perfezionamento dell’operazione, inoltre, Energean acquisirà l’intera quota detenuta da Total – pari al 50% - oltre all’operatività offshore sul sito ed il suo potenziale di sviluppo.

Per il completamento dell’opera – che comprende 1.800km di perforazione - Energean dovrà sostenere spese per circa 0,5 milioni di Euro, a supporto dell’alto potenziale del Blocco 2, parte del quale ancora inespresso.

Il Blocco 2 comprende, infatti, anche la chiusura a quattro vie sulla piattaforma Top Jurassic Apulia, un progetto analogo allo sviluppo del campo offshore Vega in Italia, nel quale opera – con una quota pari al 60% - anche Edison E&P, recentemente acquisita da Energean.

Il Blocco 2 si trova a cavallo tra il confine marittimo greco e quello italiano, con una ripartizione del 60% della licenza in Grecia ed il restante in acque italiane.

Edison E&P - per la quale Energean prevede di completare l'acquisizione nel corso del primo semestre del 2021 - detiene anche una quota del 25% nel Blocco 2, e partecipa inoltre allo sviluppo dell’adiacente Blocco 84F.R-EL al largo dell'Italia, tuttora in attesa di aggiudicazione. Dopo il completamento dell'operazione con Edison E&P, Energean deterrebbe, quindi, una quota complessiva del 75% nel Blocco 2, mentre il restante 25% sarà detenuto da Hellenic Petroleum.