21Shares AG ha lanciato il primo ETP al mondo sul Polkadot (ADOT SW - CH0593331561 – PDOT) sul segmento regolamentato della Borsa Svizzera (SIX Exchange). Lo scorso venerdì, il DOT è stato incluso dagli index provider nel 21Shares HODL basket ETP in qualità

di seconda maggiore componente alle spalle del Bitcoin (BCH è stato rimosso) e, in quanto tale, è il momento ideale per aggiungere un ulteriore ETP, basato su un singolo asset, alla già vasta gamma di ETP sulle criptovalute che 21Shares offre. I prospetti di 21Shares evidenziavano l’inclusione del DOT già nell’ottobre 2020. Il Polkadot agisce come una blockchain di blockchain, permettendo a queste di comunicare tra loro, di mettere in condivisione meccanismi di sicurezza e di trasferire asset da una catena all’altra gratuitamente. Il token DOT è stato creato proprio dal network di Polkadot. Il DOT svolge due ruoli fondamentali: è stato progettato per partecipare alle decisioni di governance, compresa la presentazione di proposte di voto, e inoltre è utilizzato come sistema di pagamento elettronico. Con la capitalizzazione del suo mercato che attualmente si attesta a oltre 16,8 miliardi di dollari, il token DOT ha superato quella XRP di oltre 4 miliardi a si è guadagnato lo status di terza maggiore criptovaluta. Sebbene la sua popolarità sia cresciuta molto negli ultimi mesi, coloro che non sono esperti possono ancora incontrare delle difficoltà a comprare, mantenere e interagire con questa criptovaluta. L’ETP sul DOT riduce le barriere all’entrata per i nuovi investitori nel settore dei criptoasset e permette a un maggior numero di interessati di trarre beneficio dai suoi sviluppi.

Il lancio arriva alla luce della recente impennata dell’interesse verso questa asset class. 21Shares ha registrato che la domanda per i suoi ETP sulle criptovalute è quintuplicata dal terzo trimestre del 2020. Ciò è dovuto alla massa di nuovi flussi monetari in entrata negli ETP. Questa domanda proviene principalmente da investitori istituzionali, che hanno preferito un prodotto institutional-grade ad altri disponibili sul mercato.

Il DOT ETP permetterà ai nostri clienti di diversificare e di guadagnare esposizione verso il segmento delle applicazioni multi-chain, che permette di poter svolgere operazioni da una blockchain a un’altra, in un modo che prima non era possibile e semplicemente rivolgendosi al proprio broker o alla propria banca. La struttura dell’ETP è superiore a quella di altri prodotti come i certificate o i prodotti strutturati per via della collateralizzazione fisica al 100%: ogni titolo è totalmente coperto dall’ammontare corrispondente di DOT veri e propri. Inoltre, la disponibilità di liquidità sulla piattaforma è assicurata dagli scambi sul mercato dei nostri ETP già circolanti, che ci hanno supportato sin dal lancio nel novembre 2018. Ciò consente di poter disporre di questo asset tramite un Exchange Trade Product anche alle istituzioni più conservatrici.