Notino ha registrato un fatturato annuo da record: 561MIO di euro, con un aumento di oltre 190mila euro rispetto allo scorso anno, pari a una crescita del 42% su base annua. La quota della Repubblica Ceca sul fatturato totale è del 14%. Per Notino il 2020 è stato un anno

da record sotto molti aspetti. L’azienda ha registrato oltre 12 milioni di ordini spediti in tutta Europa e, durante le festività natalizie, ha gestito 140.000 spedizioni in un solo giorno nel periodo del Black Friday su una media annua di circa 30.000 spedizioni al giorno.

La categoria trainante di Notino in termini di fatturato è e resta quella dei profumi anche nel corso del 2020. Tuttavia, rapportata a quella dei cosmetici, la crescita di questo settore è stata sensibilmente più lenta. Se, infatti, il fatturato dei profumi è cresciuto del 22% su base annua, quello del make-up è aumentato di quasi il 50%, mentre le vendite nell’ambito della cura dei capelli e della pelle hanno segnato addirittura un incremento del 70%. “I profumi costituiscono la metà delle vendite di tutta l’azienda e rappresentano stabilmente l’elemento trainante del nostro fatturato. Nonostante questo, nell’anno appena passato abbiamo assistito ad una crescita straordinaria della categoria dei cosmetici. Ci siamo resi conto che i nostri clienti richiedono costantemente proprio prodotti cosmetici. Per questo motivo adesso stiamo lavorando all’ulteriore ampliamento dell’assortimento di make-up, cura dei capelli e della pelle,” ha spiegato Zbyněk Kocián, Direttore Generale di Notino. Complessivamente l’azienda, leader nel campo della bellezza e dell’e-commerce, ha venduto oltre 55 milioni di prodotti.  Attualmente Notino è presente in 24 mercati nei quali soltanto l’anno scorso ha acquisito 3,5 milioni di nuovi clienti, portando il loro numero totale a più di 16,5 milioni. Fino al 2019 l’azienda aveva gestito le richieste dei suoi consumatori da un unico centro di distribuzione, situato in Repubblica Ceca, ma nel 2020 ha aperto in Romania il suo secondo centro logistico. Ciò ha permesso all’azienda di avvicinarsi ai clienti dei paesi più lontani come la Grecia e la Bulgaria. “Con questa novità siamo sicuri che l’esperienza d’acquisto dei nostri clienti farà un ulteriore salto di qualità. Al contempo, la decentralizzazione della gestione e dei magazzini di Notino segna un’importante espansione dell’azienda verso i mercati esteri” ha concluso Kocián.