La rilevazione ha messo in evidenza che nel mese di aprile appena concluso il numero di richieste di prestiti inoltrate dalle famiglie italiane agli istituti di credito (nell’aggregato di prestiti personali e prestiti finalizzati) ha fatto segnare un +13,0% rispetto al corrispondente mese 2015. In termini assoluti,

il numero di richieste presentate nell’ultimo mese è il più elevato dal 2011 ad oggi. Complessivamente, la crescita della domanda di prestiti nei primi quattro mesi dell’anno risulta pari ad un incoraggiante +10,0%, a conferma del fatto che gli italiani stanno tornando a rivolgersi agli istituti per finanziare i propri consumi.

Se l’intero comparto beneficia ancora della vivacità dei prestiti finalizzati all’acquisto di beni e servizi (quali auto e moto, arredo, elettronica ed elettrodomestici, ma anche viaggi, spese mediche, palestre ecc.), che ad aprile hanno fatto segnare un eloquente +18,4% rispetto allo stesso periodo del 2015, si sta progressivamente irrobustendo la domanda di prestiti personali, che nell’ultimo mese hanno fatto segnare la miglior performance in termini assoluti dell’ultimo quadriennio e una variazione pari a +7,4%.

 

Va inoltre segnalato il positivo andamento dell’importo medio dei prestiti personali e finalizzati richiesti, che si è attestato a 8.577 Euro, in crescita del +5,5% rispetto allo stesso periodo del 2015. Entrando maggiormente nel dettaglio, in questi primi quattro mesi dell’anno, l’importo medio richiesto per i prestiti finalizzati è risultato pari a 5.513 Euro contro i 5.131 Euro del corrispondente periodo 2015 (+7,4% ma -16,9% rispetto al 2008). Relativamente ai prestiti personali, invece, l’importo medio richiesto si è assestato a 12.553 Euro contro gli 11.506 Euro del 2015 (+9,1% ma -5,4% rispetto al 2008).