Giffoni Innovation Hub e axélero S.p.A., hanno annunciato “Pubblica Amministrazione 3.0”, una sessione di lavoro condivisa per analizzare scenari e impatti della comunicazione sui social media nel comparto della Pubblica Amministrazione. L’obiettivo dell’incontro

è suggerire linee strategiche e operative che consentano alla P.A. di interagire nel modo più efficace con le nuove generazioni attraverso una reinterpretazione del lessico e della semantica istituzionale. La tavola rotonda costituirà il primo passo di un percorso che si concluderà con la stesura di un paper programmatico per indirizzare la comunicazione digitale della Pubblica Amministrazione.

 

Giffoni è un appuntamento centrale nel panorama internazionale degli eventi dedicati all’esplorazione della sensibilità e delle prospettive del mondo giovanile, con una community di migliaia di ragazzi di differente età che animano le attività del Festival, portando in dote un patrimonio dinamico di conoscenze e abitudini utili a definire il modo migliore per dialogare con loro, contribuendo a renderli membri attivi della comunità.

 

“I social network sono il canale ideale per avvicinare due realtà così agli antipodi come le Pubbliche Amministrazioni e i giovani, perché sono immediati e con elevato tasso di penetrazione – afferma Stefano Cereseto, COO e Founder axélero - È necessario però creare una connessione che agevoli la partecipazione attiva, positiva e propositiva delle nuove generazioni alla vita della comunità. Lo scopo della tavola rotonda “Pubblica Amministrazione 3.0” è trovare i punti cardine per creare questa connessione”.

 

“Crediamo esistano incredibili opportunità offerte dai social media per la Pubblica Amministrazione centrale e locale, così come per le Istituzioni, per il mondo No Profit e le aziende. Ascoltare, relazionarsi e dialogare con le nuove generazioni di utenti è strategico e richiede competenze specifiche – aggiunge Costantino Caroppo, Chief Development Officer – Ogni generazione ha il suo linguaggio, non è più sufficiente parlare la stessa lingua ma è necessario padroneggiare le regole d’ingaggio che massimizzano la relazione tra Istituzioni e cittadini del web. Proveremo a esprimere delle priorità e delle linee guida per aiutare le Istituzioni e i ragazzi a connettersi”.