È di 3,5 anni la durata media di un passaggio generazionale, momento che vede il coinvolgimento di una media di 3,5 membri familiari e di 1,5 consulente o “attore chiave”: il dato è emerso da uno studio condotto da CERIF su un campione di PMI con fatturato compreso tra i 15 e i 150 milioni di € che hanno affrontato e

gestito il passaggio generazionale. Lo studio ha analizzato i processi collegati al passaggio generazionale, i medesimi processi che esamineremo con molta attenzione nella settima edizione del premio “Di padre in figlio” (http://premiodipadreinfiglio.it/), promosso da CERIF – Centro di ricerca sulle imprese di famiglia in seno all’Università Cattolica del Sacro Cuore – con il contributo di Credit Suisse, LCA, Mazars ITALIA e Mandarin Capital Partners e la collaborazione della Camera di Commercio di Milano e di Monza.

Il “Premio di Padre in Figlio” si rivolge a imprenditori di aziende, almeno alla seconda generazione, con sede legale in Italia con un fatturato superiore a 10 milioni di euro, che abbiano avuto la capacità, la dedizione e la passione nel proseguire e valorizzare il lavoro dei propri genitori subentrando alla guida operativa e strategica dell’impresa, garantendone il successo e la continuità.

La scorsa edizione è stata vinta da Pastificio RANA come vincitore assoluto per il miglior passaggio generazionale e per la categoria “Made in Italy”, sono state inoltre assegnate menzioni speciali in differenti altre categorie: “Giovane Imprenditore” a Nuceria Group (Guido Iannone, General Manager); “Storia e Tradizione” a Marchesi Antinori (Albiera Antinori, Vice Presidente); “Piccole Imprese” a PressUp (Maria Stella Adario, AD); “Innovazione” a SAES Group (Massimo della Porta, Presidente); “Apertura del Capitale” a Sol (Aldo Fumagalli Romario, Presidente e AD); “Donne al Comando” a Fratelli Fantini, (Daniela Fantini, Presidente e AD); “Fratelli al Comando” ad Alfa Gomma (Guido ed Enrico Gennasio, Presidente e CEO); “Performance Finanziaria” a IBL Banca (Mario Giordano, Amministratore Delegato) e “Internazionalizzazione” a EPTA (Marco Nocivelli, AD).

 

Il mondo imprenditoriale italiano è costituito per il 90% da aziende a conduzione familiare e ogni anno sono oltre sessanta mila gli imprenditori coinvolti nel passaggio generazionale.