In occasione del 70° Festival di Cannes, Mastercard presenta la sua ricerca sul rapporto dei cittadini con il cinema in 7 città del mondo, tra esperienze attuali e previsioni future, accompagnate dalle nuove tecnologie. La tecnologia sta cambiando rapidamente e offre al pubblico diverse possibilità di fruizione di

film anche da casa, ma gli appassionati di cinema scelgono ancora le sale cinematografiche. A svelarlo è la ricerca Cinema & the Cities effettuata da Mastercard e basata sull’esperienza dei cittadini con il cinema in 7 città del mondo. Secondo lo studio il 70% degli intervistati, infatti, preferisce guardare un film al cinema invece che a casa. Inoltre, il 64% dei rispondenti ha espresso il desiderio di voler sperimentare, in futuro, la realtà aumentata al cinema.

Questo aspetto esperienziale è stato anche al centro della tavola rotonda tenuta da Mastercard durante il Festival di Cannes, a cui hanno partecipato gli esperti Nick Vivarelli (Variety), Lisa Nesselson (France 24) e Stuart Brown (British Film Institute). Lo studio internazionale che analizza le abitudini degli appassionati di cinema nelle 7 Priceless Cities.

Lo studio Mastercard ha preso in esame le abitudini di oltre 2.100 cittadini appassionati di cinema in 7 grandi città nel mondo: Berlino, Istanbul, Londra, Madrid, Mosca, Parigi e Roma. Per la maggior parte degli intervistati, il cinema risulta al terzo posto come attività culturale preferita, preceduto solo da viaggi e mangiare al ristorante, mentre per romani e parigini è al secondo posto, subito dopo i viaggi. 

Secondo la ricerca, i cittadini romani sono grandi cinefili: il 41% dichiara di andare al cinema almeno una volta alla settimana seguiti da moscoviti e parigini (38%).

Andare al cinema non è solo un’abitudine ma è anche un momento di condivisione: il 48% degli intervistati dichiara infatti di andare al cinema in coppia, mentre solo l’8% da solo.

Dallo studio effettuato emerge inoltre che, nelle 7 città esaminate, i cittadini cercano, innanzitutto, divertimento e svago quando vanno al cinema. Poi, al secondo e al terzo posto ci sono rispettivamente il desiderio di sorpresa e la voglia di sognare. Come genere cinematografico preferito vince la commedia, seguito dai film d’azione e da quelli drammatici. Dalla ricerca emergono anche delle differenze geografiche sui gusti degli appassionati di cinema: i londinesi preferiscono le pellicole drammatiche, mentre ad Istanbul gli sci-fi.

Anche quando si tratta di fare previsioni future, i rispondenti sono concordi nell’immaginarsi, tra 10 anni, guardare un film in spazi innovativi e nei multiplex provvisti di dispositivi di alta tecnologia che migliorano l’esperienza video.

 

“Oggi si ricercano esperienze piuttosto che oggetti e il cinema segue questa regola, per questo rimane ancora un’attività culturale unica ed estremamente importante. È quindi fondamentale poter offrire esperienze di inestimabile valore anche nelle sale cinematografiche”, ha concluso Rose Beaumont, Senior Vice-President, Global Marketing and Communications di Mastercard.