Print

Italo in occasione della quarta edizione del Parma Etica Festival accompagna i suoi viaggiatori all’evento, in programma il 9-10-11 giugno. Grazie a Italobus tutti i passeggeri di Italo potranno arrivare in treno fino alla stazione di Reggio Emilia AV Mediopadana e poi prendere un Italobus per raggiungere Parma in

completo relax, con il vantaggio di acquistare un unico biglietto valido sia per il treno che per il bus.

La tre giorni del Parma Etica Festival riserva tanti e diversi eventi: mostre, spettacoli, workshop, conferenze e altro ancora. Numerosi i partecipanti che vi prenderanno parte per intrattenere gli ospiti di tutte le età, dai più grandi ai più piccoli il Festival è aperto all’insegna delle tante famiglie che vi vogliono partecipare (tutti e tre i giorni rispetterà l’orario 9-24, programma scaricabile dal sito ufficiale del festival www.parmaetica.com, dal quale si può scaricare gratuitamente anche la app con tutte le informazioni relative).

L’ingresso all’evento è gratuito per tutti i partecipanti, ma per i bambini al di sotto dei 12 anni che raggiungeranno il Parma Etica tramite Italobus ci sarà un regalo speciale: una maglia celebrativa con il logo del Festival.

 

Italo è dunque ben lieto di accompagnare le famiglie, e tutti coloro che vorranno partecipare, a Parma con i suoi Italobus: ci sono difatti 14 collegamenti giornalieri fra la città emiliana ed il network di Italo, offrendo una vasta scelta ai viaggiatori. Parma è entrata nel network Italobus da dicembre 2015 ossia da quando è stato inaugurato il servizio intermodale, in quanto Italo ha da subito creduto nelle potenzialità del territorio e per questo costantemente è al fianco di eventi culturali che si svolgono in quest’area. A un anno e mezzo di distanza Italobus è cresciuto e oggi dalla stazione di Reggio Emilia AV Mediopadana collega Parma, Cremona, Modena e Mantova; da Milano Rogoredo si viaggia fino a Bergamo, Capriate e l’aeroporto di Orio al Serio; da Salerno si raggiungono Picerno, Potenza, Ferrandina, Matera, Taranto, Sala Consilina, Lauria, Frascineto (Castrovillari) e Cosenza; da Verona Porta Nuova si è collegati a Rovereto e Trento.