CCIR

Secondo i dati dell’ufficio studi di idealista, l’investimento immobiliare in Italia è sempre più redditizio. Lo è ancor più adesso che i rendimenti dei nostri titoli di stato (Btp a 10 anni) sono scesi all’1,1% dal 3,4% dello stesso periodo dell’anno scorso.

L’analisi, che mette in relazione i prezzi di vendita e affitto delle diverse tipologie immobiliari per calcolare il loro rendimento lordo, evidenzia incrementi in tutti i segmenti property con una reffitività che, nel peggiore dei casi, moltiplica per sei i tassi offerti dai titoli di Stato decennali.

A livello tendenziale i rendimenti crescono perchè l'affitto sta prendendo sempre più piede e i canoni crescono più dei prezzi richiesti per la vendita. Così si spiega l’aumento dell'1% per i segmenti commerciale (9,6%) e box (6,3%), seguiti dal residenziale (6,8%) con un più 0,8% e uffici (8%) con un più 0,3% negli ultimi 12 mesi.

Rendimenti nel residenziale. Con il rialzo dell’ultimo trimestre il tasso di rendimento delle case si raggiunge i massimi degli ultimi cinque anni. Con un tasso pari al 9,3%, Biella è al top dei rendimenti delle abitazioni, seguita da Siracusa (8,6%) e Novara (8,3%). All’opposto Siena, Venezia - entrambe con un tasso di rendimento del 4,3% -, e Massa (3,9%) sono i capoluoghi meno vantaggiosi per i proprietari. Tra i grandi mercati Milano sale al 6,8%, Torino scende lievemente fino al 6,1%, dal 6,4% del 2018. Rendimenti su a Roma (5,5%), Bologna (5,4%) e Napoli (5,2%).

Rendimenti dei locali commerciali (no capannoni). Gli investimento nel settore retail garantiscono i ritorni più elevati nella maggior parte dei capoluoghi analizzati. Milano (15,4%) è la regina in questo segmento seguita da Vicenza (14,1%) e Monza (13,2%) tra i centri con i tassi di rendimento più alto. Da Torino (13,1) a Trapani (10%) troviamo 38 città che offrono ritorni a doppia cifra per i proprietari. I rendimenti più bassi si trovano a Caserta (7,8%), Rovigo (7,4%) e Nuoro (7,2%).

Rendimenti degli uffici. Nel settore uffici il primato dei rendimenti spetta a Torino (8,8%), che precede Ferrara (8,5%) e altre quattro città con ritorni sopra i rendimenti medi del settore: Novara, Prato, Livorno e Perugia con l’8,1%; rendimenti nella media a Padova (8%); Bergamo (5,6%), Rimini (5,4%) e Piacenza (5,3%) segnano i ritorni più bassi per gli investitori. Tra i grandi mercati Milano (7,6%) performa meglio di Roma e Napoli, entrambe al 6,8%.

Rendimento dei box. I box auto rimangono il prodotto meno vantaggioso per gli investitori in quasi tutti i mercati monitorati, pur restituendo un rendimento di tutto rispetto, al tasso medio del 6,3%.

Delle 12 città monitorate da questo report Firenze (7,6%) è la piazza più profittevole per chi investe in un box auto da mettere a reddito, davanti a Monza (6,3%) e Bari (6,2%). Milano e Roma crescono rispetto a un anno fa, fino al 6 per cento. Catania (4,8%), Napoli (4,1%) e Genova (3,9%) chiudono la graduatoria.