CCIR

Conclusa la Golden Week, periodo di festività nazionale cinese, che ha iniziato negli ultimi anni a rivestire un’importanza sociale ed economica notevole per il popolo cinese in viaggio nel mondo. L’Italia si conferma fra le mete d’elezione, in particolare le città d’arte

Milano, Roma, Firenze e Venezia dove il turista asiatico può visitare il patrimonio artistico-architettonico, frequentare musei, ristoranti e dedicarsi allo shopping in tutta semplicità grazie ad Alipay, l’app di pagamento più diffusa in Cina. Nei giorni appena trascorsi il volume delle transazioni in Italia è aumentato dell’80% rispetto allo scorso anno con uno scontrino medio pari a circa 935 euro (RMB7324).

Tra i settori che hanno trainato gli acquisti: la cosmetica, cresciuta di oltre 18 volte rispetto al 2018 grazie a campagne molto efficaci come quella progettata da Kiko in 300 negozi in tutta Italia per avvicinare il turista cinese al marchio.

I trasporti, cresciuti di oltre 17 volte rispetto al 2018 grazie anche alle recenti partnership siglate con Italo e URI (Unione Radiotaxi Italiana) che permettono al turista velocità negli spostamenti i duty free, cresciuti di oltre 4 volte grazie anche alle collaborazioni consolidate con Aeroporti di Roma e Milano.

Il centro di Milano è al primo posto per lo shopping. Per quanto riguarda gli acquisti, i canali con il maggior numero passaggi sono stati i flagship del lusso e le grandi catene come La Rinascente a Milano, Fondaco dei Tedeschi a Venezia e i principali outlet fra cui The Mall e McArthurGlen Designer Outlets con cui Alipay ha recentemente sperimentato un progetto di realtà aumentata.

Infine, sotto il profilo degli utilizzatori, sono cresciuti del 30% i nati prima del 1960, a dimostrazione che non sono solo i millenials a prediligere velocità e personalizzazione nei pagamenti digitali, tutte le generazioni si stanno orientando verso uno stile di vita sempre più cashless.