Lunedì 18 novembre, si è svolto presso il Consolato Generale di Parigi l’evento di apertura della quarta edizione della Settimana della Cucina italiana nel mondo, organizzato in collaborazione con l’Associazione Dimore Storiche Italiane, che ha proposto una degustazione di vini

e prodotti regionali.L’evento, che ha visto partecipare circa 100 persone, tra cui gli studenti e i professori dell’Istituto Bartolomeo Scappi di Castel San Pietro Terme, è stato aperto dal concerto del “Quartetto Indaco”, promosso dall’Associazione Dimore del Quartetto.Emilia Gatto, Console Generale e Ugo Ciarlatani, Consigliere per conto di Teresa Castaldo Ambasciatrice a Parigi, hanno presentato l’organizzazione della Settimana,Paolo Romani, Vice Presidente della “Dante Alighieri” a Parigi, era  presente alla presentazione a testimonianza della partecipazione anche di questo ente alla “Settimana” la quale, per merito anche delle energie di Giovanni Sacchi, Direttore dell’ICE, di Laura Giovenco, Delegata dell’“Accademia Italiana della Cucina”, di Vincenzo Cirillo, Presidente del Comites e di Manuela Barberis del Consolato, anche quest’anno si estenderà oltre i fornelli e la tavola, e oltre la capitale.Per citare alcuni degli appuntamenti più significativi, a Orléans già il 12 novembre è stato presentato dall’autore Luca Maroni il libro “Leonardo da Vinci e il vino” ; a Lilla il 15 novembre ha avuto luogo una gara di pesto tra allievi francesi e italiani delle scuole alberghiere, i cui vincitori saranno candidati alla gara al Palazzo Ducale a Genova nel 2020; il 18 novembre per l’inaugurazione parigina a “Eataly” c'è stato un ciclo di presentazioni di piatti da parte dei suoi cuochi, e al Consolato ha avuto luogo un concerto e una degustazione di vini insieme all’”Associazione delle dimore storiche italiane” che li producono; il 20 novembre nella sede del Montepaschi Parigi, seminario sull’olio d’oliva; nel week-end dal 22 al 24 novembre, “marché central italien”; 19 novembre proiezione del film “Alla salute” di Brunella Filì,; il 20 novembre, “Conciorto” (spettacolo concerto) e il 21 novembre un “atelier” di cucina sarda. Inoltre il 20 novembre alla Mairie di Bourges, organizzato dal Comites, c'è stato il “Festival de cuisine et de culture indépendante italienne” e, dopo la serata di gala del 25 novembre all’Ambasciata, il 26 novembre al “Lycée hôtelier Bayet” di Tours sarà il turno della tavola rotonda “La gastronomie, levier du développement durable: l’expérience de Tours et de Parme”; 27 novembre al “Cellier de Claivaux” di Digione: “L’événement dédié à l’histoire de la moutarde, depuis son origine italienne à son évolution dans la gastronomie française”.