La navicella Cygnus, alla sua undicesima missione operativa, è stata lanciata con successo per trasportare carichi verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), dalla base di lancio dalla base di lancio Wallops Flight Facility della Nasa,

in Virginia, tramite un vettore Antares. Il veicolo Cygnus comprende due sezioni principali: il Modulo di Servizio della Northrop Grumman Innovation Systems (precedentemente Obrital ATK) e il Modulo Cargo Pressurizzato (PCM) in versione avanzata, sviluppato e costruito da Thales Alenia Space, Joint Venture tra Thales (67%) e Leonardo (33%).

Per questa missione il nome di Cygnus è stato scelto in onore di Roger Chaffee, l’astronauta dell’Apollo 1 che morì in un incendio scoppiato durante un pad test , uno degli esperimenti della NASA per il primo atterraggio sulla Luna.

Grazie alla versione “enhanced” del Modulo Cargo Pressurizzato, questa missione userà una nuova capacità di carico. Precedentemente, tutti i carichi dovevano essere messi sul modulo circa quattro giorni prima del lancio. Questa nuova capacità consentirà, invece, il caricamento di esperimenti scientifici urgenti – inclusi topi vivi – nel Cygnus solo 24 ore prima del lancio.

Anche NUTRISS e Acoustic Diagnostics i primi due esperimenti dell’ Agenzia Spaziale Italiana (ASI) che vedranno coinvolto l’austronauta ESA Luca Parmitano nel corso della sua prossima missione Beyond, saranno trasportati verso la ISS con la navetta cargo Cygnus.

È previsto che Cygnus resti nella Stazione Spaziale Internazionale fino a Luglio, lo stesso mese in cui si celebra il cinquantesimo anniversario della missione Apollo 11, mentre il suo carico viene scaricato e reimballato per lo smaltimento durante il suo rientro distruttivo nell’atmosfera terrestre.

La S.S. Roger Chaffee dimostrerà, inoltre, anche la capacità della navicella Cygnus di rimanere in orbita dopo la separazione dalla Stazione Spaziale, in supporto a operazioni di servizio come piattaforme per ricerche scientifiche nelle missioni future.

Thales Alenia Space fornisce i moduli cargo a Northrop Grumman fin dall’inizio del Programma Cygnus. Il primo contratto nel 2009 prevedeva il trasporto di nove moduli, mentre il secondo contratto, nel 2016, ne aggiungeva altri nove. Undici PCM operativi più un modulo demo sono stati lanciati fino ad oggi, quattro in versione originale e otto nella versione enhanced. Costruiti da Thales Alenia Space usando un nuovo sistema di saldatura ad attrito, la caratteristica di questo nuovo modulo è un peso più leggero e un design più efficiente che aumenta il peso di carico e il volume, con la capacità di accogliere carichi nonstandard.

Questo lancio conferma ulteriormente non solo il continuo contributo di Thales Alenia Space al successo delle missioni della navicella Cygnus, ma anche la sua abilità di contribuire alle future missioni di esplorazione spaziale, contribuendo, grazie alla sua esperienza, all’ espansione delle frontiere della conoscenza.