CCIR

Il World Franchising Council (WFC) premia il Presidente di Assofranchising Italo Bussoli per il suo impegno a favore della collaborazione a livello internazionale, dello sviluppo e del successo del franchising in tutto il mondo. Il prestigioso premio è stato consegnato

in apertura dell’incontro annuale del WFC - tenutosi ad Abu Dhabi e ospitato dalla Emirates Association of Franchise Development (FAD) – come riconoscimento all’importante lavoro che Assofranchising svolge costantemente per favorire l’internazionalizzazione e la promozione del franchising all’estero.

Come riportato dal Rapporto Assofranchising 2019, nel 2018 i punti vendita delle catene italiane che da tempo si sono consolidate al di fuori del territorio nazionale sono ulteriormente aumentati e oggi superano i 10.800 negozi, registrando un +7,6% rispetto al 2017. Un risultato che dimostra il lavoro dell’Associazione nella promozione delle reti internazionali grazie ai rapporti che detiene con enti di rilievo quali il WFC, l’European Franchise Federation e l’ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane).

Le potenzialità di sviluppo del franchising sono ancora altissime, e ciò è ben documentato dai dati anche di lungo periodo: dal 2014 ad oggi gli occupati sono cresciuti del 10,9%, i punti vendita dell’8,3% e il giro d’affari del 7,8% - commenta Italo Bussoli, Presidente Assofranchising -. Ciò che però è forse meno noto, è come il sistema sia stato in grado di crescere e andare avanti anche in periodi molto difficili, come durante la crisi del 2008. Nell’ultimo decennio infatti, il giro d’affari del sistema franchising è cresciuto del 17% e le imprese estere che hanno deciso di investire nel nostro paese sono aumentate del 35,8%” a conferma che il franchising è una formula di successo. Come associazione guida nel nostro Paese e punto di riferimento del settore siamo molto soddisfatti e ci adoperiamo ogni giorno per favorire un ulteriore sviluppo dei brand in Italia e all’estero”.