In questo difficile periodo storico il Covid-19 ha obbligato le aziende, chi più chi meno, a rivedere le politiche interne per i lavoratori e per poter riuscire a massimizzare le proprie attività. I dati sul lavoro raccontano scenari più o meno apocalittici sulla quantità di posti di lavoro andati in fumo

durante il periodo del lockdown. Quello che non si conosce ancora, è la portata della scia che si porterà dietro nei prossimi mesi fino alla fine del prossimo anno. In questo scenario difficile e sofferente per il mondo del lavoro, con le forti difficoltà di incontro e selezione del personale, per le imprese e le agenzie specializzate si sentiva il bisogno di creare qualcosa che andasse a risolvere queste problematiche. È da queste premesse che nasce e va online Skill Jobs Fair, la 1ª Fiera Virtuale del Lavoro di SkillsJobs disponibile online all’indirizzo www.SkillsJobs Fair.com, aperta tutto l’anno e Covid Free. L’ingresso alla fiera virtuale è gratuito per tutti i visitatori ed all’interno ci sono oltre alla Reception, 4 padiglioni. Il primo padiglione è dedicato alle aziende e startup che cercano personale, il secondo è dedicato alle aziende che offrono servizi agli HR Manager, il terzo è dedicato alle Scuole ed Università, per poter gestire l’orientamento e infine il quarto padiglione dedicato alle ONLUS, Enti, Associazioni ed Istituzioni.

COSA SI TROVA SU SKILLSJOBS FAIR.COM, LA FIERA VIRTUALE DEL LAVORO. Su SkillsJobsFair.com si trovano aziende che pubblicano le loro ricerche di personale su modello skills jobs, quindi solo hard e soft skills, con possibilità di effettuare video colloqui o chattare direttamente con i selezionatori, eventi di formazione gratuiti o a pagamento all’interno della SJ Arena (apertura a dicembre), brochure e pdf delle attività e la possibilità di essere segnalati automaticamente a tutte le aziende in cerca, e molto altro.

Tutte le aziende interessate ad avere il proprio stand e maggiori info riguardo la fiera possono contattare attraverso il form presente sotto le tipologie stand con prezzi all’interno del portale SkillsJobsFair.com.

Scuole, Università e Formazione insieme ad ONLUS e No Profit inoltre avranno la possibilità di avere uno stand gratuito.

La realizzazione degli stand sarà a totale cura del personale di SkillsJobs, basterà scegliere solo il tipo di stand e richiedere info. Un membro dello staff si metterà in contatto con ogni azienda per capire quale possa essere la giusta soluzione customizzata per ogni esigenza.

Siamo all’inizio di un lungo cammino e col tempo i padiglioni si riempiranno di aziende consapevoli che il mondo del lavoro necessita di nuovi strumenti per trovare nuovi talenti e SkillsJobs Fair insieme a SkillsJobs.it sono la risposta definitiva a tale esigenza.

Ogni persona in cerca di nuove opportunità non dovrà far altro che registrarsi una sola volta attraverso i link che portano a SkillsJobs.it (registrazione gratuita) per poter essere valutato su ogni opportunità ed attendere il contatto delle aziende che lo stanno cercando.

La piattaforma della fiera virtuale del lavoro di Skillsjobsfair.com utilizza il motore di ricerca basato su tecnologia Made in Italy, brevettata da SkillsJobs.it, e punta ad accorciare il distanziamento tra sociale e reale per un nuovo modello di ricerca, aiutando a trovare “Il tuo posto nel mondo del lavoro”, da sempre slogan della piattaforma innovativa.

PERCHÈ NASCE LA FIERA VIRTUALE DEL LAVORO. Nel secondo trimestre 2020 si sono persi quasi mezzo milione di posti di lavoro tornando ad aumentare le differenze di genere con un tasso di occupazione tra le donne più in calo rispetto agli uomini(Donne 4,7%, Uomini 2,7%) ; aumentano fortemente gli inoccupati soprattutto tra i giovani 15-34 anni in maggioranza nel mezzogiorno (fonte ISTAT).

Con questo scenario occorre ripensare ai vari processi per la selezione del personale e della ricerca di lavoro, e rivoluzionare il paradigma della “domanda e offerta”, rimettendo al centro la persona e la propria unicità.

Durante lo scorso lockdown nel campo della Ricerca e Selezione del personale, ad esempio anche la SkillsJobs (www.skillsjobs.it), agenzia per l’intermediazione al lavoro, che da tre anni sta rivoluzionando il processo di selezione partendo dalle persone e non chiedendo dati potenzialmente discriminatori, ha subìto un’importante diminuzione nella quantità di ricerche e di fatturato, ma non solo. Anche il numero di candidati che si iscrivevano ogni giorno è crollato vertiginosamente durante il periodo di lockdown.

C’era bisogno di un nuovo rilancio dell’attività ed una nuova “forma” per la ricerca e selezione.

La crisi lavorativa già in atto nel periodo pre Covid-19 e acuita successivamente dal lockdown, ha fatto conoscere lo “smart working”, che nella stragrande maggioranza altro non era che telelavoro, avvicinando però molte persone al mondo del digitale attraverso le piattaforme più disparate di video conferenza, per riunioni, meeting, webinar, compiti dei figli, ecc.

In questo scenario, ad oggi, SkillsJobs (www.skillsjobs.it) ha puntato a cambiare pelle e virtualizzare la ricerca di lavoro creando un nuovo modello di ricerca delle persone, che da qui ai prossimi anni vedrà un susseguirsi di implementazioni di nuove tecnologie e funzioni in quanto uno strumento per la ricerca adatto a qualsiasi tipo di azienda, sia essa agenzia per il lavoro, r/s o un azienda in cerca di personale.