JAGGAER, il più grande provider indipendente al mondo in soluzioni per lo Spend Management, lancia un’iniziativa per rendere ambiente di lavoro e modalità di comunicazione sempre più inclusive e rispettose, rimuovendo dal proprio linguaggio ogni espressione

potenzialmente disturbante per la sensibilità di tutti i dipendenti, oltre che per ogni altra parte coinvolta. Nell’ambito di questo progetto l’azienda ha già iniziato ad eliminare terminologie in qualche modo riferibili a ingiustizie e pregiudizi storici di ordine razziale.

Nell’ambito del più ampio programma denominato Human Equity Project, JAGGAER ha incaricato i team di sviluppo, marketing, comunicazione e supporto di analizzare ogni codice, documento e materiale di comunicazione per identificare ed eliminare espressioni potenzialmente offensive e sostituirle con alternative neutre e oggettive. Ad esempio, le espressioni black list e white list sono state sostituite con blocked list e safe list. Il termine master-slave system è stato sostituito con espressioni quali controller-agent. JAGGAER si sta anche occupando di terminologie potenzialmente discriminatorie con riferimento al genere, all’orientamento sessuale e ad altri pregiudizi.