Mantenere in ordine i nostri spazi ci permette di vivere meglio, ancora di più ce ne siamo resi conto durante le giornate spese in casa per via del lockdown. Un ambiente dove ogni cosa trova la sua giusta collocazione è una gioia non solo per gli occhi, ma anche per la mente,

perché ci regala armonia e sensazioni positive. Sarà per questo che il decluttering è una tecnica che anche in Italia riscuote sempre più successo. Se da una parte eliminare ciò che ci tiene ancorati al passato ci permette di concentrarci sul presente, dall’altra è un’occasione per liberarci di ciò in cui non ci rispecchiamo più.

Un’occasione per fare spazio al nuovo che parte proprio dalla selezione di ciò che non vogliamo più per noi e dargli una seconda vita su eBay, perché quello che non serve più a noi, può far felice qualcun altro. Attraverso la campagna “Vendi a zero commissioni”, eBay mette a disposizione la propria piattaforma per rivendere l’usato, senza costi di commissione finale per tutti gli oggetti messi in vendita durante il periodo dal 15 febbraio al 31 marzo, fino ad un massimo di 100 oggetti. Dagli accessori tech a quelli da collezionismo, fino all’abbigliamento e ai prodotti per l’auto: tutto può riacquistare su eBay nuova vita.

Una tendenza, quella di rivendere su eBay, che prende sempre più piede. Secondo un sondaggio di eBay, oltre 67.000 prodotti sono stati rivenduti sul marketplace solo nel mese di febbraio 2020. Tra i più rivenduti, fumetti e graphic novel (oltre 6.500), libri di saggistica e narrativa (oltre 12.500), giochi (oltre 5.300), orologi (quasi 5.000), ma anche cellulari e smartphone (oltre 4.700) e abbigliamento (oltre 4.000).

Rivendendo su eBay gli oggetti che non ci servono più ci permette non solo di guadagnare, ma anche di mettere in moto un circolo virtuoso che fa bene all’ambiente. Per questo eBay promuove la rivendita, attraverso la piattaforma, di ciò che decidiamo di dismettere, incentivando così un approccio sostenibile e circolare: l’acquisto di un oggetto di seconda mano impatta sull’ambiente fino a 2,5 volte in meno rispetto a un oggetto nuovo. Da sempre attento alla sostenibilità, eBay si è impegnato per ridurre di 3 milioni di tonnellate le emissioni di carbonio entro il 2025, anche attraverso la promozione della rivendita di oggetti tra privati sul sito, che rappresenta un’opportunità non solo per guadagnare, ma soprattutto per dare una nuova vita a qualcosa che non ci è più utile e che può invece rendere felici altre persone.