Dopo quasi un anno di lavori e l’impegno di oltre 1000 delegati titolari dei Paesi del G20, il B20, il più autorevole tra gli “Engagement Group” ha consegnato al Presidente del Consiglio, Mario Draghi le raccomandazioni dell’industria del G20, con l’obiettivo di supportare

la Presidenza Italiana nell’affrontare le sfide dell’agenda globale in vista del Vertice dei Capi di Stato e di Governo dei Paesi G20 in programma il 30 e 31 ottobre.

Le proposte elaborate da 9 Task Force guidate da autorevoli imprenditori nazionali sono focalizzate su priorità strategiche per la crescita globale: Commercio e Investimenti (Barbara Beltrame), Impiego e Formazione (Giampietro Benedetti), Finanza e Infrastrutture (Carlo Messina); Integrità e Conformità (Patrizia Grieco); Energia ed Efficienza delle Risorse (Francesco Starace); Salute e Scienze della Vita (Sergio Dompè); Sostenibilità ed Emergenze Globali (Claudio Descalzi), Trasformazione Digitale (Maximo Ibarra), Empowerment Femminile (Diana Bracco).

Il governo è pronto a sostenere le aziende nel processo di transizione ecologica. È quanto ha chiarito il presidente del Consiglio Mario Draghi, intervenuto in videocollegamento al Summit B20. «Le imprese e i governi dovrebbero collaborare per affrontare il cambiamento climatico. I paesi del G20 sono responsabili del 75% delle emissioni globali - ha detto -. La presidenza italiana del G20» lavora per un impegno «collettivo». «Abbiamo bisogno di finanziamenti privati su larga scala, insieme a maggiori investimenti pubblici, per accelerare la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio. Le aziende sono esattamente al centro della transizione ecologica. Dovrete cambiare la vostra struttura produttiva, adattarvi alle nuove fonti di energia e i governi sono pronti a supportarvi», ha aggiunto Draghi.

Il capo del Governo è intervenuto dopo la presidente del B20 Emma Marcegaglia, che ha illustrato a Draghi la dichiarazione finale del vertice conclusivo. «L’obiettivo finale del B20 è fare del 2021 un anno di rinascita», ha spiegato Marcegaglia. «Vogliamo sostenere gli sforzi in atto volti a far ripartire le nostre economie e società, sfruttando le enormi opportunità offerte da una rinnovata cooperazione multilaterale».

Il B20 Italy 2021 è il primo Business Group del G20 della storia con un’impronta sostenibile ISO 20121 certificata a 360°.