Il quartier generale corporate della Agriculture Company sarà a Wilmington, Delaware e includerà l’ufficio del CEO e le funzioni fondamentali di supporto aziendale. DuPont e The Dow Chemical Company hanno infatti  la struttura della sede americana della società leader

globale in agricoltura che le aziende intendono creare a seguito della separazione programmata di DowDuPont in tre società indipendenti quotate in borsa

 Le sedi a Johnston, Iowa e Indianapolis, Indiana, fungeranno da Global Business Centres, con i responsabili dei business, le funzioni di supporto ai business, R&S, la catena di distribuzione globale, uffici vendite e marketing, concentrati nei due siti nel Midwest. Inoltre, la Agriculture Company indipendente conterrà la parola DuPont nella sua denominazione, a seguito del completamento della ragione sociale e del processo di branding.

 

Edward Breen, presidente e amministratore delegato di DuPont, ha dichiarato: “Questa efficiente struttura gode del pieno vantaggio di avere in ciascuna delle sedi risorse e competenze uniche, che ci permettono di fornire opportunità a lungo termine per la Agriculture Company leader a livello mondiale che intendiamo creare. La nostra consolidata presenza in Iowa e Indiana darà continuità agli stretti legami con i nostri clienti e con la più ampia comunità agricola, sfruttando al contempo le infrastrutture aziendali esistenti che abbiamo in Delaware – la casa di DuPont da oltre 200 anni.”

 

 La struttura della Agriculture Company è stata appositamente sviluppata per assicurare l’efficienza e la disciplina nei costi necessarie per attivare gli 1,3 miliardi di dollari precedentemente stabiliti per sinergie, costruendo al contempo le fondamenta più robuste possibili per una crescita sostenibile nel tempo– che a sua volta creerà opportunità a lungo termine per l’organico globale dei dipendenti e per le comunità locali. Questa struttura consentirà alla futura Agriculture Company indipendente di consolidare le capacità agricole di DuPont e Dow nel settore delle sementi e degli agrofarmaci in tre location principali, fondamentale per realizzare le sinergie programmate.

 

“Vogliamo ringraziare I leader di ogni stato per il processo di cooperazione costruttiva finalizzato a raggiungere il miglior approccio possibile che sfrutti I vantaggi chiave di ogni location. Man mano che noi presentiamo i nostri progetti di fusione, DuPont e lo stato del Delaware sono impegnati a far leva sulle nostre rispettive infrastrutture e competenze scientifiche per incentivare il distretto di innovazione tecnologica e scientifica che sta nascendo nello stato”, ha dichiarato Breen.

 

Andrew N. Liveris, presidente e amministratore delegato di Dow, ha dichiarato, “L’unione che abbiamo proposto dei business agricoli di DuPont e Dow creerà un leader mondiale con base negli USA, con la portata e il respiro necessari per competere con i maggiori concorrenti globali. Dall’unione dei punti di forza di entrambe le società in scienza e R&S, con un incremento dell’accesso ai mercati mondiali, si creeranno maggiori opportunità per soluzioni innovative sia per le sementi che per gli agrofarmaci. La location del quartier generale della Agriculture Company sarà Wilmington, e le sedi globali dei vari business in Indiana e Iowa, coerentemente con la scelta di stabilire il quartier generale della Material Science company, che si chiamerà Dow, a Midland, Michigan, pur avendo le sedi globali dei vari business in altri stati degli USA e in altre nazioni.”

“Questo annuncio rappresenta un ulteriore passo avanti verso la creazione di una azienda globale leader in agricoltura. La Agriculture Company prevista sarà estremamente focalizzata, più solida, più competitiva, più resistente e più equipaggiata per generare crescita e valori sostenibili a lungo termine, molto più di quanto DuPont o Dow avrebbero potuto, individualmente. Entrambe le società possiedono marchi di tutto rispetto nell’industria agricola, come Pioneer e Mycogen, che continueremo a consolidare e sfruttare. Più avanti, saremo meglio equipaggiati per soddisfare e superare le aspettative degli agricoltori in termini di innovazione nelle tecnologie per i raccolti e nei servizi per l’agricoltura. E’ nostra intenzione portare sui mercati una più ampia gamma di prodotti, in modo più rapido, per aumentare produttività e profitto degli agricoltori,” ha concluso Breen.