La rinuncia di Carlo Cracco a ricapitalizzare la società che aveva insieme a Lapo Elkann per gestire il ristorante di Garage Italia ha portato al «divorzio» tra i due, comunicato nei giorni scorsi. Garage Italia Food & Beverage srl,

la società che vedeva come soci Lapo Elkann e lo chef Carlo Cracco, ha chiuso il 2018 con una perdita di 551.360 euro e per coprire la perdita era stato proposto un aumento di capitale, come indicato nei documenti consultati da Radiocor. La Cracco Investimenti, società tramite cui Carlo Cracco deteneva il 40% della società che gestisce il ristorante presso la storica ex stazione Agip di piazzale Accursio a Milano (attualmente chiuso), in occasione dell'assemblea dei soci dell'8 aprile scorso ha fatto mettere a verbale l'intenzione di «rinunciare a sottoscrivere» la propria quota di aumento.

Tale decisione ha portato così al passaggio del 100% del capitale alla Laps to go Holding di Lapo Elkann, che era socio con il 60% e che, a differenza di Cracco, ha indicato che «intende avvalersi del termine per la sottoscrizione», fissato al 30 maggio 2019. Per coprire la perdita di 551.360 euro del 2018, a fronte di un capitale sociale di 100mila euro, in assemblea è stato proposto ai soci di azzerare il capitale sociale di 100mila euro e, conseguentemente, la ricostituzione del capitale sociale a 200mila euro con un sovrapprezzo di 451.360 euro da offrire in sottoscrizione ai soci pro quota, usando poi tale sovrapprezzo per coprire la perdita registrata nel 2018.

Il termine ultimo per il versamento in contanti delle somme è stato fissato per il 30 maggio 2019, con la clausola che se un socio non si fa carico della sua parte, lo fa l'altro. Nell'assemblea è stato anche stabilito che se entro il 30 maggio prossimo non sarà data integrale esecuzione dell'aumento di capitale, sarà convocata una nuova assemblea per dichiarare lo scioglimento della società Fb Garage Italia Srl. Nel corso dell'assemblea, comunque, la Laps to go ha appunto manifestato l'intenzione di avvalersi del termine della sottoscrizione, a fronte della rinuncia di Cracco Investimenti. Tra Lapo Elkann e lo chef, il rapporto continuerà «come collaborazione per specifici eventi», hanno fatto sapere le parti in una nota, nella quale hanno annunciato il "divorzio" come una decisione che «tiene conto dei nuovi impegni di Carlo Cracco e delle sue numerose iniziative».   (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)