CCIR

Dopo una lunga e proficua fase di negoziazione, Thales Alenia Space (rappresentata da Benoit Borudy) e la DLR GfR Germania (rappresentata da Simon Plum e Walter Päffgen), hanno siglato il

contratto in presenza di Jean-Loic Galle (CEO, Thales Alenia Space), Andrè Bauerin (CEO, Spaceopal) e Hansjörg Dittus (Executive Board Member DLR Colonia). Simon Plum, Managing Director di DLR GfR, si è detto lieto di aver dato avvio a questa alleanza: “Siamo felici di questa partnership che rafforzerà senz’altro il sistema Galileo e al contempo assicurerà il più alto grado di affidabilità per l’Unione Europea e, di conseguenza, per i cittadini europei”.

DLR GfR è uno dei membri del core team del Gruppo Industriale Galileo Service Operator e opera principalmente dal Centro di Controllo Galileo a Oberpfaffenhofen/Germania.  Galileo è il sistema indipendente di navigazione satellitare europeo sviluppato per conto della Commissione Europea insieme a GSA e ESA. Galileo fornisce servizi su scala mondiale con elevata precisione e integrità, oltre all’autenticazione per fornire i migliori servizi adatti alle esigenze di tutti gli utenti. Di nuovo Simon Plum: “Posso dichiarare con un certo orgoglio che abbiamo un ruolo chiave nel più grande programma spaziale europeo come la sala macchine del progetto europeo Galileo”.

Thales Alenia Space, con il suo expertise unico nella progettazione, sviluppo e manutenzione di Galileo GMS e di altri programmi di navigazione nella e al di fuori dell’UE, è il candidato ideale di questa partnership. Thales Alenia Space, con i suoi principali hub Galileo a Tolosa e Ditzingen, ha un ruolo chiave nella definizione del suo sistema futuro. La partnership contribuirà a raggiungere gli obiettivi di Galileo rafforzando il rapporto dei due principali stakeholder in Francia e Germania nell’ambito dell’ambiente Galileo.