CCIR

Il gruppo bergamasco leader nella produzione di acque minerali, con gli stabilimenti Bracca a Zogno e Pineta a Clusone, ha deciso di riconoscere un bonus del 15% della retribuzione lorda giornaliera relativo a tutte le giornate lavorate nel mese di marzo.

Un riconoscimento per tutti gli addetti che stanno garantendo la continuità dell’operatività aziendale e che si affianca al rafforzamento delle procedure di sicurezza e prevenzione già messe in atto dall’azienda per fronteggiare l’emergenza.

Il Gruppo Acque Minerali Bracca e Pineta, che rientra nella categoria di industrie alimentari ritenute di natura “essenziale” ha applicato sin dal 9 marzo 2020 tutte le procedure necessarie a prevenire il contagio da Coronavirus attraverso protocolli aziendali, informative, modifica degli orari di turnazione, fornitura dei dispositivi di protezione individuale necessari e ha potenziato anche la disinfezione settimanale con atomizzatore elettrostatico e prodotto a base alcolica in entrambi gli stabilimenti della Valle Brembana e Valle Seriana.

Protocolli che si aggiungono ad altre azioni in campo solidale portate avanti dall'azienda come la donazione di diecimila euro a favore dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo e la collaborazione con Alpini e Protezione Civile per la fornitura gratuita di acqua all’ospedale da campo allestito alla Fiera di Bergamo.