BASF ha chiuso l’operazione di cessione delle attività della divisione Construction Chemicals alla affiliata Lone Star, azienda globale di private equity. Il prezzo di acquisto, esente da cassa e debiti finanziari, è pari a 3,17 miliardi di euro. Le attività del ramo Construction Chemicals

fanno ora parte del neonato MBCC Group, con sede a Mannheim, Germania. In questa operazione, Lone Star si è confermato un partner professionale e si è impegnato per il successo futuro dell’attività” ha commentato Saori Dubourg, membro del Consiglio di Amministrazione di BASF SE. “Apprezziamo enormemente i grandi sforzi sostenuti per separare questo ramo di business e chiudere l’accordo con modalità e tempistiche rapide. Auguriamo un futuro ricco di successi a tutto il team Construction Chemicals .” La cessione degli attivi e dei passivi del business Construction Chemicals e i relativi utili si rifletteranno nella rendicontazione finanziaria di BASF nel quarto trimestre 2020. I corrispettivi ricevuti nel quadro della operazione fino al 30 settembre saranno inclusi nei flussi di cassa del terzo semestre 2020, alla voce flussi di cassa da attività di investimento. Il 21 dicembre 2019, BASF e la affiliata di Lone Star avevano firmato un preliminare di acquisto per l’acquisizione delle attività BASF Construction Chemicals. Con i suoi 7.500 collaboratori, la divisione Construction Chemicals gestisce siti produttivi e uffici di vendita in oltre 60 paesi e, nel 2019, ha generato un fatturato di circa 2,6 miliardi di euro.