Cortilia annuncia la conclusione di un nuovo round di investimenti del valore di 34 milioni di euro, sottoscritto dai soci esistenti e da Red Circle, e la trasformazione in Società Benefit. Nel capitale della food-tech company, fondata nel 2011 da Marco Porcaro,

fa il suo ingresso Red Circle Investments, società di investimenti di Renzo Rosso. L’imprenditore, fondatore del marchio Diesel e presidente del gruppo di moda OTB, entra anche a far parte del Consiglio di Amministrazione di Cortilia. Oltre a Red Circle Investments, partecipano all’investimento i sottoscrittori dell’ultimo round di Cortilia avvenuto nel 2019: Indaco Ventures, il maggior fondo di venture capital in Italia; Five Seasons Ventures, il primo fondo di venture capital paneuropeo specializzato nel food-tech; Primomiglio, gestore specializzato in fondi di venture capital tecnologico early stage e P101 SGR, primo investitore istituzionale di Cortilia, dalla sua costituzione, attraverso i veicoli P101 e ITALIA 500 (fondo di venture capital istituito da Azimut Libera Impresa SGR e gestito da P101). A seguito della transazione, Red Circle Investments si affianca nella governance della società ai Fondi già soci e al Fondatore.

Le nuove risorse finanziarie raccolte con il round appena concluso consentiranno alla scale-up di incrementare la propria crescita e sviluppare ulteriormente il proprio servizio sul territorio italiano, servendosi delle migliori tecnologie e innovazioni per operare secondo i più alti standard di qualità e sostenibilità.

Nato come il primo mercato agricolo online, Cortilia è oggi un innovativo e-commerce con un catalogo di 2.500 referenze, che promuove un modello di acquisto consapevole. Il servizio, già attivo in Lombardia, Emilia-Romagna e Piemonte, consente ai consumatori di ricevere a domicilio, in modo veloce, puntuale e sicuro, i migliori prodotti provenienti da agricoltori, allevatori e produttori artigianali accuratamente selezionati. Nel 2020 Cortilia ha fatturato 33 milioni di euro, con una crescita del +175% rispetto al 2019. Attualmente l’azienda collabora con oltre 250 piccoli e medi produttori e dà impiego a 50 dipendenti diretti e oltre 200 collaboratori nell’indotto. Nel 2021 ha in programma l’inaugurazione di una nuova sede “green” di 50.000 mq alle porte di Milano.