British American Tobacco (BAT) Italia ha ottenuto, per il decimo anno consecutivo, la certificazione “Top Employer Italia”: un importante risultato che conferma, anche per il 2021, le eccellenti performance dell’azienda in ambito HR. British American Tobacco si classifica, così, tra le migliori aziende

 impegnate in un continuo miglioramento delle Best Practice sul piano HR, mantenendo una posizione di primo piano all’interno dell’élite mondiale delle aziende all’avanguardia per le politiche di gestione delle Risorse Umane. BAT ottiene anche la certificazione globale ed europea. Quest’ultima viene riconosciuta solo alle multinazionali certificate in almeno 5 Paesi in Europa: in particolare, BAT è stata certificata, oltre che in Italia, anche in altri 14 Paesi europei, ovvero Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Olanda, Polonia, Spagna, Svizzera, Turchia, Ucraina, Regno Unito. Un riconoscimento che premia in particolare l’area Sud Europa di BAT, guidata dall’italia, grazie all’analoga certificazione ottenuta anche da Grecia e Spagna.

È un grande onore per BAT Italia ricevere questa certificazione: il 2020 non è stato solo un anno particolare e ricco di sfide per tutti, ma è anche l’anno in cui ricorre il decimo anniversario della certificazione Top Employer ricevuta da BAT Italia. In questi ultimi anni ci siamo impegnati per migliorare costantemente il benessere aziendale, cercando sempre nuovi spunti per semplificare le nostre attività e innovarle chiedendo un feedback alla nostra organizzazione”, ha commentato Elena Anfosso, HR Director Southern Europe Area di BAT. “Sicuramente quest’anno molti dei nostri dipendenti hanno affrontato più sfide del solito, a livello personale e professionale: BAT ha sempre fatto del suo meglio per essere a fianco delle sue persone e dimostrarsi all’altezza di questa sfida.

Ancor prima dell’inizio dello stato di emergenza avevamo implementato in maniera volontaria lo smart working per i dipendenti dell’ufficio, che ancora oggi è la modalità consigliata. Abbiamo dotato di dispositivi di protezione chi lavora sul campo, promuovendo inoltre iniziative a supporto di tutti i dipendenti, come: una convenzione con cliniche in tutta Italia per effettuare tamponi, l’attivazione dell’Employee Assistance Programme (un servizio di assistenza psicologica, legale e di supporto per i dipendenti), oltre al lancio di Chameleon, una piattaforma di training online per l’Italia e il Sud Europa, insieme a tante altre attività di comunicazione ed engagement. Durante il lockdown inoltre non si sono fermate le assunzioni e l’acquisizione di talenti: nel 2020 sono state infatti assunte 23 persone e attivati 8 stage. I nuovi colleghi sono stati portati onboard in maniera completamente digitale, avendo l’occasione di sentirsi da subito parte dell’organizzazione.”

 

La certificazione Top Employer è il risultato di una ricerca svolta con metodologia indipendente e su dati oggettivi, che ha riconosciuto le eccellenze di British American Tobacco nelle condizioni di lavoro offerte ai dipendenti, nelle politiche di sviluppo del talento diffuse a tutti i livelli aziendali e nei piani di gestione delle risorse umane. In particolare, le principali aree di eccellenza in cui BAT Italia ha ottenuto i migliori risultati in ambito HR sono state: Pianificazione della Forza Lavoro, Digital Onboarding, Sviluppo della Leadership e Talent acquisition.

 

Il Top Employers Institute svolge la sua attività di certificazione come ente indipendente in tutto il mondo dal 1991. La Certificazione viene rilasciata solo alle aziende che rispondono ai requisiti della Top Employers HR Best Practices Survey condotta dal Crf Institute, uno strumento di indagine scientifico e oggettivo che prende in esame tutte le aree critiche in ambito HR, quali: Condizioni di lavoro e benefit, Cultura aziendale, Formazione e sviluppo, Opportunità di carriera, Onboarding, Gestione della performance, Sviluppo della Leadership, Politiche retributive e benefits, Pianificazione degli organici.