Eni, attraverso Ecofuel e FRI-EL Green Power hanno raggiunto un accordo per l’acquisizione da parte di Eni della società FRI-EL Biogas Holding, leader italiana nel settore della produzione di biogas. FRI-EL Biogas Holding possiede 21 impianti per la generazione di energia elettrica

da biogas e un impianto per il trattamento della FORSU - la frazione organica dei rifiuti solidi urbani - che Eni intende convertire alla produzione di biometano, con l’obiettivo di immettere in rete, a regime, oltre 50 milioni di metri cubi anno. Con questa acquisizione Eni rafforza la propria crescita nell’economica circolare ponendo le basi per diventare il primo produttore di bio-metano in Italia. L’operazione rientra nell’ambito della più ampia strategia di decarbonizzazione di Eni, che prevede l’obiettivo del totale abbattimento delle emissioni di processi industriali e prodotti al 2050, e rappresenta una delle leve per una rapida crescita delle produzioni rinnovabili al fine di mettere a disposizione dei propri clienti una quota crescente di prodotti green e bio (biocarburanti liquidi e bio-metano), e si integra con l’incremento delle stazioni di servizio Eni che erogheranno CNG (Compressed Natural Gas) e LNG (Liquefied Natural Gas) sulla rete italiana.  L’accordo è soggetto ad alcune condizioni sospensive, tra cui l’autorizzazione delle autorità Antitrust competenti.