FedEx Express annuncia una serie di investimenti relativi al network italiano, a conferma dell’impegno dell’azienda verso i clienti ed il personale, nonché a sostegno della ripresa economica delle imprese. Gli investimenti previsti includono la volontà di assumere

direttamente circa 800 lavoratori addetti al servizio di smistamento dei pacchi negli hub nazionali di Padova (dove le attività di reclutamento sono già iniziate), Ancona, Bari, Bologna, Fiano Romano, Firenze e Napoli Teverola. Attualmente, questo tipo di attività di smistamento viene svolta da fornitori esterni all’organizzazione di FedEx, come è prassi comune nel settore. Nell’ambito della revisione del network, l’hub di Piacenza non svolge più un ruolo centrale nelle attività distributive: le attività di smistamento pacchi svolte presso questa struttura cessano dunque dalla data odierna, a seguito della chiusura del contratto di appalto sul sito. La cessazione dell’attività non avrà ricadute occupazionali sul personale dell’Azienda. FedEx sta inoltre dialogando con l’appaltatore per comprendere gli impatti occupazionali sui suoi dipendenti e le misure volte a ridurre o mitigarli.