E' stato inaugurato a Mangalore (Stato del Karnataka), all'interno del Campus del National Institute of Technology, un impianto di produzione di biogas generato da rifiuti organici per la produzione di energia elettrica. L'impianto e' stato finanziato da Tecnimont Private Limited,

la societa' indiana di ingegneria del Gruppo Maire Tecnimont, che conta circa 2.000 dipendenti, oltre ai 3.000 esperti della divisione Electrical and Instrumentation Construction, e che svolge attivita' in tutto il mondo. Il progetto pilota, che prevede anche attivita' di formazione e assistenza tecnica, oltre alla concessione di borse di studio, rientra nelle attivita' di Corporate Social Responsability del gruppo italiano in India e ha tra i propri obiettivi quello di sviluppare ricerca e conoscenza sulla tecnologia del biogas (teoria di base, design, risparmio energetico, ecc). Il National Institute of Technology, nato nel 1960, e' fra i 32 Istituti Nazionali di Tecnologia ed e' considerato fra i piu' importanti dal Governo indiano. Il progetto pilota si inserisce pienamente nelle indicazioni del Piano di Azione firmato dai Primi Ministri italiano e indiano nello scorso novembre, che ha fra le proprie priorita' quella della cooperazione nell'ambito della transizione energetica, dell'economia verde e dell'economia circolare. (Farnesina)