Il Gruppo Maire Tecnimont ha finalizzato, nei giorni scorsi, un accordo con il gruppo olandese Oserian Development Group per la realizzazione di un impianto chiavi in mano di produzione di fertilizzanti ad uso agricolo a Naivasha, a circa 100 km da Nairobi,

una delle principali zone di floricoltura ed ortofrutta del Paese. A livello operativo, Maire Tecnimont si affiderà alle proprie controllate MET Development, come sviluppatore del progetto che ha siglato formalmente l’accordo e che si occuperà di formare il consorzio con partner locali e internazionali che gestirà l'impianto, Stamicarbon, che fornirà la tecnologia di produzione di "green ammonia" e Next Chem per i lavori preliminari di ingegneria e assicurare le componenti di sostenibilità e transizione energetica. Il progetto dell’impianto, con una capacità' produttiva giornaliera di 550 tonnellate di fertilizzanti a base di nitrogeno, prevede il ricorso esclusivo ad energia rinnovabile, con una riduzione di emissioni di CO2 stimata a regime di circa 100.000 tonnellate in meno all'anno rispetto ad un analogo impianto a gas. Il fabbisogno energetico, pari a fino 70 megawatt, verrebbe soddisfatto da fonte geotermica, di cui è ricca il Kenya e, in parte, da fotovoltaico, non escludendo la realizzazione a tal fine di una centrale solare ad hoc. L'inizio della produzione è prevista per il 2025.