Stampa
Categoria: Banche/Assicurazioni

Innovazione e sostenibilità nel settore agroalimentare: questo il tema nella nuova iniziativa lanciata da OfficinaMPS, laboratorio permanente e community di Banca Monte dei Paschi di Siena, realizzato in collaborazione con Accenture,

 dedicato alle start up e PMI innovative. OfficinaMPS vuole supportare l’innovazione partendo dai territori e da uno dei settori di eccellenza del nostro Paese. Per questa ragione, in questa nuova iniziativa, si fa promotrice del connubio agroalimentare-innovazione, aspetto imprescindibile per contribuire alla crescita e al rilancio di uno dei comparti che meglio rappresenta la tradizione italiana in tutto il mondo. In linea con il percorso intrapreso dalla Banca e con gli Obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, saranno valorizzati i progetti innovativi caratterizzati da un approccio sostenibile. Le sfide del mondo contemporaneo obbligano infatti ogni attore della società a ripensare il modello di sviluppo per contribuire a un benessere duraturo per tutti e Banca Mps intende fare la sua parte sostenendo progetti pensati per creare valore nel tempo. Soprattutto in ambito agricolo e agroalimentare Banca Mps, storicamente vicina a questo mondo, vuole farsi promotrice del cambiamento e dello sviluppo che l’innovazione può rendere possibile perseguendo principi di sviluppo sostenibile.

Questa nuova iniziativa di OfficinaMPS vuole supportare e facilitare l’incontro tra nuove realtà imprenditoriali, startup e PMI innovative, che offrono soluzioni in campo agroalimentare, e il tessuto più tradizionale dell’economia italiana. Il contest si articola attraverso un processo di selezione delle idee imprenditoriali che vantano soluzioni innovative applicabili lungo l’intera filiera agroalimentare. Sono presenti 5 diversi ambiti in cui concorrere:

Tecnologie per l’agroalimentare. Rientrano in questa categoria le soluzioni abilitate da nuove tecnologie digitali per migliorare i processi produttivi e di trasformazione.

Semplificazione della filiera. Si tratta dell’ambito dei nuovi modelli di business che connettono i diversi attori, fornitori, produttori, distributori e clienti, in maniera più efficiente ed efficace.

Riduzione sprechi. Include tutte quelle soluzioni per l’ottimizzazione degli scarti di materie prime, risorse e prodotti finiti lungo tutta la catena del valore.

Affidabilità e sicurezza. Per le soluzioni e le tecnologie in grado di tracciare i prodotti alimentari e garantire sicurezza, originalità, conformità e tutela della proprietà intellettuale.

 

Finanza per l’agroalimentare. È la categoria dei prodotti e servizi finanziari specifici per il settore agroalimentare.

Le start up e le Pmi individuate entreranno nella community di OfficinaMPS e verranno selezionate dalla Banca per partecipare ad eventi sul territorio, dove incontreranno attori di rilievo del settore agroalimentare a cui potranno presentare le proprie soluzioni e creare così opportunità di sviluppo tra tutte le parti coinvolte.

L’iniziativa si conferma un’occasione di crescita per tutte le parti coinvolte: startup e PMI potranno confrontarsi con attori di filiera rilevanti, i rappresentanti delle aziende agroalimentari avranno una panoramica sulle nuove tecnologie e sulle prospettive future del proprio settore e i professionisti Mps accresceranno le loro competenze contaminandosi direttamente con chi fa innovazione, dando ulteriore impulso al percorso di cambiamento già avviato dalla Banca.

Alla fine di ogni evento sul territorio, una giuria di esperti valuterà startup e PMI e sceglierà una finalista. Tutte le finaliste concorreranno per aggiudicarsi il premio finale di 25.000 euro che verrà assegnato alla vincitrice durante un evento conclusivo.

Come per le precedenti iniziative, OfficinaMPS mantiene i suoi obiettivi di promozione della sostenibilità nell’innovazione, in sintonia con gli Obiettivi di sviluppo sostenibile dettati dalle Nazioni Unite (SDGs). L’attenzione della Banca verso questi temi si concretizza nell’introduzione di un riconoscimento speciale dedicato di 10.000 euro che verrà assegnato alla proposta in grado di generare valore nel tempo per il territorio di riferimento, gli stakeholder e per la collettività.