ING si conferma tra le migliori banche in Italia in grado di rispondere in modo efficace all’emergenza sanitaria da Covid-19. Il suo progetto “Smart Working super-flessibile e approccio di caring autentico per un benessere a 360° anche durante la pandemia” ha infatti

ottenuto il Premio ABI per l’innovazione 2021 nella categoria “Superare l’emergenza”. La giuria ha premiato ING “per aver saputo reagire in uno scenario di crisi con risposte tempestive e con attenzione autentica alle persone, apportando un’innovazione che risiede nella forte sinergia tra varie e differenti componenti, mettendo l'organizzazione in sicurezza e nelle condizioni di essere pienamente operativa ed efficiente nelle mutate e stravolte condizioni lavorative.” ING è stata la prima banca in Italia a lanciare a settembre 2020 un modello di smart working a super-flessibilità: massima libertà di scegliere come alternare il lavoro da sede e da casa, per aiutare le persone a trovare un miglior equilibrio in tutti gli ambiti della propria vita. Già durante la fase iniziale dell’emergenza Covid-19, ING aveva esteso lo smart working al 90% dei dipendenti. Un’esperienza valutata molto positivamente dai colleghi: da un sondaggio interno è emerso che il 90% delle persone si sentiva già “pronto per lavorare in smart working a super-flessibilità”, e che il 55% si sentiva “più produttivo lavorando da casa”! Da qui la decisione di introdurre, in accordo con le parti sociali, un modello inedito in Italia, che oltre alla libertà di scelta su dove lavorare, prevede: diritto alla disconnessione in determinate fasce orarie per un ottimale equilibrio tra vita professionale e personale; contributo economico mensile in welfare e rimborso per lo “shopping da smart worker professionista” per chi decide di lavorare da casa; momenti-chiave di socialità sia virtuali che di persona, per coltivare le relazioni tra colleghi ed alimentare la cultura di squadra, stimolare il confronto, lo scambio di idee e mantenere vivo lo spirito “Orange”, la cultura aziendale che da sempre è punto di forza per ING; formazione per preparare al meglio tutto lo staff, gestori di risorse e non, puntando sulla fiducia e sul lavoro per obiettivi.

ING Italia ha inoltre avviato numerose iniziative di welfare e benessere aziendale a supporto dei suoi dipendenti durante la pandemia, tra cui: una copertura sanitaria aggiuntiva in caso di contagio da coronavirus; il raddoppio del premio previsto dal decreto “Cura Italia” per chi ha dovuto recarsi in ufficio nella prima fase del Covid-19; servizi di supporto psicologico individuali e di squadra; uno sportello di contatto per i colleghi che si trovino in difficoltà finanziaria; consigli ai genitori che devono conciliare gli impegni familiari e quelli lavorativi; survey bisettimanali per sondare lo stato d’animo dei colleghi. Tutte queste iniziative confermano l’impegno costante di ING per la creazione di un ambiente di lavoro positivo e hanno reso la banca digitale ancora una volta una realtà «Top» in cui lavorare, come testimonia la certificazione “Top Employer” ricevuta nel 2021 per l’ottavo anno consecutivo.