UniCredit ha avviato l'offerta al pubblico del primo prestito obbligazionario - Social Bond - per finanziare progetti con finalità e impatti sociali. Il collocamento del prestito terminerà il 20 ottobre. Il bond sarà inizialmente distribuibile per un importo pari a 110 milioni con possibilità

di incremento, in base alle richieste, fino a 250 milioni di euro L'emissione avverrà alla pari e avrà una durata decennale con cedola variabile pari a Euribor 3 mesi + 0,35% con un minimo di 0,65% ed un massimo del 2,00% per anno, pagata su base trimestrale. Partecipa al collocamento tutta la rete di UniCredit Italia trasversalmente su tutti i segmenti (Retail, Private Banking, Wealth Management e Corporate Banking), in conseguenza dell'elevata attenzione verso questa tipologia di strumenti di investimento socialmente responsabili.  Il bond sarà emesso nell'ambito del programma EMTN da 60 miliardi di EUR di UniCredit S.p.A. con i seguenti rating attesi: Baa1/Stabile (Moody's), BBB/Stabile (Standard & Poor's), BBB-/Stabile (Fitch). Sarà classificato al pari dell'esistente debito Senior Preferred dell'emittente e sarà quotato su EuroTLX.

"Il collocamento del primo social bond dimostra quanto UniCredit sia impegnata su tematiche ESG (Ambiente, sociale e governance) ancora più importanti dopo la pandemia - ha dichiarato Niccolò Ubertalli, responsabile di UniCredit Italia - grazie alla nostra rete potremo offrire il titolo alla clientela italiana, molto attenta e interessata a tematiche sociali e di sostenibilità di lungo periodo".

I proventi dell'offerta saranno destinati dall'Emittente per finanziare e/o rifinanziare progetti e attività della Social Impact Banking, quali impact financing e microcredito. Grazie ai progetti di finanza a impatto sociale già supportati da UniCredit, quasi 1 milione e 900 mila beneficiari hanno avuto cambiamenti positivi e sono state facilitate 2.342 assunzioni a tempo determinato o indeterminato, di cui 809 assunzioni per soggetti appartenenti a categorie svantaggiate. Al 30/06/2021, abbiamo erogato 155 finanziamenti a impatto in Italia, pari a 156,5 milioni di euro suddivise principalmente per settori di attività quali: assistenza sociale, servizi di assistenza e prestazioni socio-sanitarie per anziani e disabili (82%) ed educazione, istruzione e formazione professionale (11%). L'emissione del primo social bond è avvenuta nell'ambito del Sustainability Bond Framework, che la banca ha recentemente sviluppato. Esso consente alle principali società emittenti del Gruppo incluse UniCredit S.p.A., UniCredit Bank AG e UniCredit Bank Austria, di emettere green, social e sustainability bond che d'ora in avanti saranno parte ricorrente dell'attività di funding del Gruppo. Il Sustainability Bond Framework  è in linea con la versione 2021 dei Green and Social Bond Principles e delle Sustainability Bond Guidelines dell'International Capital Market Association (ICMA). La destinazione dei proventi e i benefici sociali derivanti dai progetti finanziati saranno monitorati annualmente ed UniCredit fornirà informazioni sul loro sviluppo attraverso indicatori di performance dedicati all'interno di specifici "allocation report" e "impact report". Il Sustainabilty Bond Framework vuole essere allineato, per quanto possibile, alle proposte attualmente disponibili degli Standard EU ai criteri di classificazione dei settori di attività economiche sostenibili definiti nella Tassonomia Europea.