Grazie all'IBM World Community Grid, gli scienziati stanno lanciando uno studio internazionale per identificare i farmaci candidabili alla cura di Zika, un virus in rapida diffusione, che l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato un'emergenza di salute pubblica a livello globale.

 

IBM e un team internazionale di scienziati invitano chiunque sia in possesso di un computer o di un dispositivo Android ad aderire al progetto #OpenZika. I volontari non avranno bisogno di fornire tempo, competenze o denaro per aiutare la ricerca; dovranno semplicemente eseguire un app sui propri dispositivi Windows, Mac, Linux o Android, che automaticamente consentiranno l'uso della potenza di calcolo della macchina, quando questa è inutilizzata dal suo proprietario.

 

Attraverso il progetto #OpenZika, il World Community Grid consentirà la sperimentazione virtuale su composti che potrebbero costituire la base di farmaci antivirali per curare il virus Zika, che è stato collegato a disturbi neurologici gravi. Con una velocità estremamente maggiore di quanto sarebbe possibile in un laboratorio tradizionale, il progetto testerà l'efficacia delle molecole esistenti nei vari database con modelli di strutture proteiche e cristalline di Zika. I risultati dello screening saranno poi rapidamente condivisi con la comunità di ricerca e con coloro interessati. I composti più promettenti saranno poi testati nei laboratori delle strutture di ricerca che collaborano all'iniziativa.

La necessità di trovare un trattamento è impellente con l'avvicinarsi della bella stagione in Nord America, le temperature miti infatti aiutano la creazione di un ambiente più favorevole alle zanzare Zika, e ci sono più occasioni per i viaggiatori internazionali di contrarre e trasmettere il virus anche in altri contesti geografici.