CCIR

Enthera Pharmaceuticals (“Enthera”), un’azienda biotech che sviluppa farmaci di ultima generazione per la cura di malattie autoimmuni, annuncia il completamento della raccolta fondi (serie A) per un valore di 28 milioni di euro. La raccolta fondi è stata guidata

da Sofinnova Partners, una delle principali aziende europee di Venture Capital specializzata nelle Scienze della Vita con sede a Parigi, Londra e Milano, e da AbbVie, con un ulteriore investimento del fondo JDRF T1D, e di numerosi investitori italiani, tra cui un gruppo coordinato da Banor SIM, e uno da Banca Profilo attraverso Arepo Fiduciaria e Indaco Venture Partners SGR. Ad oggi, l’investimento di 28 milioni di euro rappresenta la più grande raccolta di fondi di serie A sostenuta da venture capital per un’azienda italiana attiva nel settore delle biotecnologie.

Il finanziamento segna il primo investimento della multinazionale AbbVie in un’azienda biotech italiana. Enthera è anche il primo investimento europeo realizzato da JDRF, che aveva investito nella società nella precedente raccolta fondi, del valore di 4 milioni di euro, realizzata nel 2018.

I fondi della raccolta di serie A saranno utilizzati per ottenere la prova di conformità clinica del nuovo farmaco Ent001, il principale programma di Enthera, attraverso studi di efficacia e sicurezza nei pazienti. Ent001 è l’unico farmaco attualmente in sviluppo con la capacità di rigenerare il compartimento delle cellule beta pancreatiche nel diabete di tipo 1, così come la struttura originale dell’intestino nelle malattie infiammatorie intestinali, al fine di ristabilire la funzione dell’organo. I fondi saranno anche utilizzati per estendere ulteriormente la pipeline di Enthera.

Giovanni Amabile, CEO di Enthera, ha detto: “È per noi un grande riconoscimento che investitori del calibro di Sofinnova Partners, AbbVie e il fondo JDRF T1D abbia scelto di sostenere Enthera in questa sfida. La raccolta conferma la valenza della strategia aziendale e del metodo scientifico utilizzato, conferendo valore alla ricerca che in questo momento in Italia sta permettendo considerevoli passi in avanti nella cura di patologie incurabili.

In Enthera abbiamo sviluppato un approccio terapeutico rivoluzionario che offre una nuova prospettiva per malattie non curabili come il diabete di tipo 1 e le malattie infiammatorie dell’intestino. I fondi raccolti ci permetteranno di accelerare lo sviluppo del nostro farmaco Ent001 per raggiungere la prova di conformità clinica. Grazie all’ampliamento della nostra già estesa pipeline, abbiamo l’opportunità di portare una speranza reale ai pazienti affetti da queste patologie, fornendo loro cure efficaci e sicure.”

Graziano Seghezzi, Managing Partner di Sofinnova Partners, che ha contribuito al finanziamento della società sin dall’inizio, ha affermato: “Il finanziamento di Serie A di Enthera è un traguardo fantastico raggiunto grazie alla leadership di Giovanni che, fin dal suo arrivo in azienda, ha ampliato le attività di ricerca e sviluppo di Enthera in nuove aree terapeutiche. Questa è anche l'occasione per elogiare la capacità di BiovelocITA di trasformare la scienza innovativa del Professor Paolo Fiorina e del suo team in una vera e propria impresa. Enthera è un eccellente esempio di ciò che si può ottenere quando le parti fondamentali di un ecosistema biotecnologico vengono riunite per accelerare l'innovazione in Italia: scienza di altissimo livello, managers con grande esperienza nel biotech e capitale finanziario dedicato”.

Margarita Chavez, Managing Director di AbbVie Ventures e nuovo membro del consiglio di amministrazione di Enthera, ha aggiunto: “L’investimento di serie A su Enthera di AbbVie Ventures dimostra la nostra fiducia nel team e nell’approccio unico nel trattamento delle malattie autoimmuni per le quali attualmente le soluzioni disponibili sono insufficienti. Sono entusiasta all’idea di lavorare con Giovanni e con il resto del team ed essere parte dello sviluppo dell'azienda e della sua capacità di innovare”.