Air Liquide, Airbus e Groupe ADP hanno firmato un protocollo d’intesa per preparare l’arrivo dell'idrogeno negli aeroporti entro il 2035 nell'ambito dello sviluppo di velivoli commerciali alimentati a idrogeno. I partner intendono fare leva sulle rispettive competenze per supportare

la decarbonizzazione del trasporto aereo e definire le esigenze concrete e le opportunità che l'idrogeno può apportare al settore aeronautico. Questa partnership riflette l'ambizione comune dei tre gruppi di contribuire allo sviluppo di una filiera francese innovativa e strategica in vista di un'aviazione globale senza emissioni di carbonio. Per prepararsi all'arrivo dei primi aerei di linea a idrogeno entro il 2035, gli aeroporti dovranno essere adattati, in particolare per includere la specificità della fornitura di idrogeno liquido. La partnership annunciata si concentra sulla realizzazione di studi di fattibilità finalizzati allo sviluppo di queste infrastrutture.  Come primo step, verrà avviato uno studio che coinvolgerà un panel rappresentativo di circa 30 aeroporti in tutto il mondo per valutare le potenziali configurazioni per la produzione, fornitura e distribuzione di idrogeno liquido. Verranno poi elaborati scenari dettagliati e i piani per i due principali aeroporti parigini: Paris-Charles de Gaulle e Paris-Orly. Questi scenari saranno essenziali nella definizione dell'infrastruttura richiesta, inclusi il dimensionamento e la posizione, e per identificare e integrare i vincoli relativi sia agli standard di sicurezza industriale che alle norme previste per l’aeronautica. La partnership riunisce competenze complementari con l'ambizione di supportare la trasformazione degli aeroporti e aprire la strada a una nuova era di viaggi aerei sostenibili.