I dati preliminari di NTV al 31.12.2015 evidenziano il  turnaround della Società. I ricavi si attestano a 308 milioni di euro. I costi si fermano  a 258milioni di euro. In questo ambito va inoltre segnalato un importante aumento dell'offerta, che cresce del 4,2%.

 

L'EBITDA operativo, per la prima volta è positivo per 58 milioni di euro. Al risultato contribuiscono circa 8 milioni di euro relativi ai certificati bianchi assegnati.  Per la prima volta dall’inizio dell’attività di Italo, il 28 aprile 2012, si vede L'utile che, prima delle tasse, si attesta a 1,8 milioni.

I passeggeri trasportati salgono a 9, l milioni contro i 6,6 milioni dello scorso anno, con un aumento del 39,5% ed un LOAD FACTOR che raggiunge mediamente il 71,5%, contro il 51,7% dell'anno precedente.

I  forti miglioramenti realizzati sostengono la scelta dell’Amministratore Delegato e di tutto il Consiglio di Amministrazione di proseguire sulla strada indicata dal piano industriale approvato nel febbraio 2015.

 Numerosi sono stati i traguardi raggiunti: L'incremento dell' offerta, da 48 a 56 servizi giornalieri, con l'aumento della frequenza sulla tratta Roma-Milano e l'inserimento di Verona nel network di Italo

L'avvio del modello intermodale ferro/gomma con 26 collegamenti giornalieri di ltalobus dalla stazione AV di Reggio Emilia L'accesso alle stazioni di Roma Termini, Milano Centrale e Torino Porta Nuova

L'aumento della presenza nelle stazioni con l'acquisto di 160  nuove biglietterie automatiche e l'apertura di spazi dedicati alle biglietterie e Lounge dedicate ai frequent traveller a Milano e Roma

 Numerosi gli obiettivi del 2016:

L'incremento dell'offerta dal l marzo con l'inserimento di Brescia nel network di Italo con 4 collegamenti giornalieri

La replica del modello intermodale ferro/gomma su altre stazioni del network

L'incremento della presenza nelle stazioni servite da Italo e l'apertura di lounge a Roma

Tiburtina, Napoli, Firenze e Venezia, oltre al riposizionamento di quella di Bologna ed alla lounge panoramica a Milano Centrale

Sviluppo dei mercati con maggiori tratte promiscue AV/tradizionale, con l'ingresso in flotta

degli otto treni EVO, previsto a partire dalla fine del 2017