Ei Towers stacca un assegno da oltre 40 milioni di euro per i suoi due azionisti, F2i e Mediaset, come primo dividendo dal delisting avvenuto nell’autunno scorso. Secondo quanto risulta a Radiocor,

nell’assemblea di metà aprile i soci del gruppo delle torri hanno approvato i conti dell’ultimo esercizio deliberando la distribuzione di un monte dividendi di 41,8 milioni di euro, in calo rispetto a un anno fa e pari a 1,48 euro per azione (2,05 lo scorso anno). L’ammontare finirà per 25,1 milioni a F2i che detiene il 60% del capitale, mentre i restanti 16,7 milioni di euro andranno nelle casse di Mediaset che possiede il restante 40%. L’incasso per Cologno Monzese è inferiore rispetto ai 22 milioni dello scorso anno quando la società delle torri, allora quotata, aveva distribuito complessivamente 55,1 milioni di euro. Il bilancio 2018 di Ei Towers però si è chiuso con numeri in crescita: l’utile netto consolidato è salito a 64,8 milioni (da 54,4) su ricavi saliti a 271,9 milioni (da 262,9 milioni). L’ebitda è migliorato a 137,3 milioni da 131,3 milioni. Gli utili non distribuiti dalla capogruppo saranno iscritti a riserva per circa 16 milioni. I numeri 2018 sono sostanzialmente in linea con le stime inserite nel piano industriale di gennaio che per l’anno in corso stima ricavi totali sopra 280 milioni e un ebitda che sfiorerà i 150 milioni di euro. “Nel 2019 – è riportato nella relazione di bilancio - obiettivo del management sarà quello di sviluppare l’attività sia per linee interne che tramite crescita esterna, mantenendo nel contempo una struttura dei costi efficiente, in linea con quanto previsto dal piano industriale approvato dal consiglio di amministrazione in data 21 gennaio 2019".  (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)