CCIR

IMA ha perfezionato con Charme Capital Partners SGR (società di gestione pan-europea dei Fondi Charme) e con i fondatori della società il closing per l’acquisto del 63% di ATOP, azienda con sede a Barberino Val D’Elsa (Firenze)

leader nel settore delle macchine e linee automatiche per la produzione di statori e rotori per motori elettrici per il settore automotive, ed in particolare per la E-traction. IMA, che era già azionista della società dal 2017 con una partecipazione del 21%, raggiunge così una partecipazione complessiva pari a circa l’84%.

L’intervento finanziario di IMA è pari a circa 230 milioni di euro, interamente versati al closing. Sono stati inoltre sottoscritti dei contratti di opzione Put & Call, sulle quote reinvestite dai soci fondatori pari a complessivamente il 6% del capitale, da esercitarsi successivamente alla data di approvazione del bilancio al 31 dicembre 2021.

ATOP prevede per l’esercizio 2019 un fatturato di 89 milioni di euro (in crescita del 50% rispetto ai 60 milioni del 2018), un EBITDA pari a 25 milioni di euro (in crescita del 59% rispetto ai 15,8 milioni del 2018), circa 250 dipendenti (con oltre 50 assunzioni negli ultimi 2 esercizi) ed un indebitamento finanziario netto pari a 13,5 milioni di euro.

Per la finalizzazione dell’operazione, IMA si è avvalsa della consulenza legale di Poggi & Associati e della consulenza finanziaria di PWC e UniCredit CIB, il fondo Charme si è avvalso dello Studio Legale Legance, mentre i soci fondatori sono stati assistiti dallo studio legale Gattai, Minoli, Agostinelli & Partners, dagli advisor fiscali Russo De Rosa Associati e da UBI Top Private. Baird ha agito in qualità di advisor finanziario esclusivo di Charme.