CCIR

Aviva in Italia chiude il primo semestre 2019 con una crescita a doppia cifra dell’utile operativo che si attesta a €108 milioni, segnando un aumento del 24% rispetto allo scorso anno (HY18 €87 milioni)[1]. Segno positivo anche per gli Asset Under Management

che raggiungono quota €31,5 miliardi con un +14% rispetto alla fine dello scorso anno.

La prima metà dell’anno si contraddistingue per performance outstanding con risultati particolarmente significativi in termini di profittabilità e raccolta netta.

Migliora la solidità con una crescita del surplus di capitale a €537 milioni (+€181 milioni vs FY18).

Nel ramo Vita registriamo una raccolta netta positiva pari a €1,9 miliardi, trainata dal successo della vendita dei prodotti Multiramo, la cui nuova produzione ha conseguito un incremento dei volumi pari all’82% rispetto al primo semestre dello scorso esercizio, rappresentando più del 57% del totale della nuova produzione Vita di Aviva. Si evidenzia inoltre l’ottima performance del segmento Protezione che ha registrato una crescita dell’87%.

Il Valore Attuale dei Premi di Nuova Produzione (PVNBP) è pari a €3.954 milioni, con una diminuzione dell’8% rispetto allo scorso anno che riflette le azioni intraprese sui volumi di vendita ai fini di una efficace gestione del capitale.

Nel segmento Danni si registra un ulteriore incremento della profittabilità del portafoglio con un Combined Operating Ratio (COR) in miglioramento di 0,8 pp a 96,6% (97,4% HY18) grazie alle iniziative condotte sul portafoglio Motor.

I premi lordi contabilizzati (GWP) si attestano su valori in linea a quelli osservati lo scorso anno, €191 milioni, con un ribilanciamento del portafoglio verso i rami elementari.