CCIR

Ha superato quota 1000 – per un valore di 5 miliardi di euro – il numero di gare bandite dalle pubbliche amministrazioni nel corso 2019, utilizzando per i propri acquisti autonomi la piattaforma di eProcurement (cd. Gare in ASP - Application service provider)

messa a disposizione dal Programma di razionalizzazione della spesa pubblica, gestito da Consip per conto del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Il risultato segna una crescita rilevante (+700%) rispetto al 2018, anno di avvio del sistema, quando le gare bandite in tutto l’anno sono state 124 (per un valore complessivo di 587 milioni di euro), a confermare l’elevato gradimento delle amministrazioni verso uno strumento che consente di ottenere grande efficienza e personalizzazione dell’acquisto.

La composizione delle oltre 1000 gare evidenzia che: l’83% è stato bandito da Amministrazioni centrali e il restante 17% da Amministrazioni territoriali e Soggetti aggregatori; il 60% sono state procedure aperte, di cui quasi l’80% aggiudicate con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Queste ultime rappresentano il 77% del valore complessivamente bandito, pari a oltre 3,8 miliardi di euro.

Tra le amministrazioni che hanno utilizzato maggiormente la piattaforma ci sono i Ministeri dell’Interno e della Difesa, l’Inail, ma anche amministrazioni locali quali l’Azienda regionale per l'informatica e la telematica (Regione Abruzzo), l’Azienda provinciale sanitaria di Ragusa, e università quali la Federico II di Napoli.