CCIR

Cerved Group lancia Cerved Money&GO, una piattaforma fintech di cessione del credito commerciale totalmente digitale realizzata sfruttando al meglio le tecnologie più innovative e un vastissimo ecosistema di dati.

Con Cerved Money&GO le imprese e i finanziatori potranno contare su un “data lake” unico, composto da dati ufficiali, come bilanci, visure, protesti, dati immobiliari, elenco dei soci; dati forniti da Cerved Payline, un database di esperienze di pagamenti commerciali; dati “open” come gare e finanziamenti pubblici e molti altri ancora ottenuti analizzando le pagine web, i siti aziendali, i social network.

Per l’elaborazione di tutte queste informazioni e per il supporto ai processi di gestione del rischio, la piattaforma adotta una serie di tecnologie advanced analytics di ultima generazione, come algoritmi di machine learning e motori di ricerca semantica, mettendo a frutto le riconosciute competenze del Gruppo in materia di valutazione e controllo di tutto il ciclo di vita del credito.

I crediti ceduti dalle imprese sono acquistati da una società veicolo finanziata tramite un programma di cartolarizzazione realizzato ai sensi della Legge 130/99. Banca IMI - Intesa Sanpaolo e Banca Finint hanno realizzato la cartolarizzazione.

La Direzione Legale di Cerved e lo studio legale Bonelli Erede hanno prestato assistenza legale per la realizzazione del progetto; Bonelli Erede ha agito altresì come Transaction Counsel della cartolarizzazione.

Crediamo che la tecnologia e la digitalizzazione applicate alla finanza e al credito siano una delle chiavi per attivare il potenziale economico italiano, fatto in larga parte di piccole imprese per le quali, a differenza di quelle più grandi, il credito non ha ripreso a crescere - commenta Andrea Mignanelli, amministratore delegato di Cerved - Cerved Money&GO è una piattaforma tecnologica di ultima generazione per l’acquisto di crediti commerciali che nasce proprio per soddisfare il bisogno di capitale circolante delle aziende ed è a disposizione delle banche e delle finanziarie che vorranno utilizzarla per servire in maniera efficiente e digitale i propri clienti”.