Positivo andamento delle vendite di immunodiagnostica guidato dalla crescita delle vendite di test CLIA al netto della Vitamina D (+11,4%) e dal business di diagnostica molecolare (+14,6%). L’effetto cambi ha inciso positivamente sul fatturato

dei primi 9 mesi per un importo pari a circa € 10,3 milioni.

Si segnala che la crescita del fatturato del periodo, al netto delle vendite nei paesi dove il Gruppo opera attraverso distributori locali, sarebbe stata pari al +9,1% (+6,8% a cambi costanti).

EBITDA: € 208,9 milioni, +11,7% (+9,2% a cambi costanti), con un’incidenza sul fatturato pari al 39,8% (39,7% a cambi costanti). Crescita guidata dal positivo andamento del Margine Lordo, come conseguenza dell’aumento delle vendite dei test di specialità e del favorevole mix canale, con fatturato in crescita nei paesi nei quali il Gruppo opera direttamente, in grado di più che compensare il trend negativo di vendite registrato nei paesi dell’area export.

EBIT: € 165,6 milioni, +10,9%, con un’incidenza sul fatturato del 31,5%. UTILE NETTO: € 126,7 milioni, +8,5%, con un’incidenza sul fatturato del 24,1%. POSIZIONE FINANZIARIA NETTA: +€ 132,8 milioni al 30 settembre 2019 (+€ 75,3 milioni al 31 dicembre 2018). La Posizione Finanziaria Netta, al netto dell’impatto negativo derivante dall’introduzione del principio contabile IFRS 16 (€ 29,5 milioni), sarebbe stata positiva per € 162,3 milioni.

FREE CASH FLOW: € 138,3 milioni nei primi 9 mesi 2019 (€ 100,6 milioni nei primi 9 mesi 2018). LIAISON/LIAISON XL: saldo netto nei primi 9 mesi 2019 pari a +307 unità (+363 installazioni LIAISON XL e -56 LIAISON); raggiunte 8.156 unità complessive al 30 settembre 2019.