CCIR

SMA chiude anche il 2019 con un importante risultato, che la vede come primo produttore di inverter in termini di quote di mercato. L’azienda, infatti, ha reso noti i risultati finanziari dell’anno scorso e i primi andamenti del’anno in corso. Nel 2019 SMA Solar Technology AG

(SMA/FWB: S92) ha venduto inverter per una potenza complessiva di circa 11,4 GW. Le vendite sono aumentate di circa il 35% rispetto all’anno precedente (2018: 8,5 GW) e il fatturato del gruppo è aumentato del 20%, per un totale di 915,1 milioni di Euro (2018: 760,9 milioni di Euro). L’aumento di fatturato va ricondotto, in particolare, all’andamento molto positivo degli affari nei segmenti Home Solutions e Large Scale & Project Solutions, segmenti dove SMA ha riconquistato quote di mercato e generato un fatturato maggiore rispetto all’anno precedente nei mercati di Germania e USA, in particolare, ma anche in nuovi mercati. Ha registrato, inoltre, un margine operativo lordo (EBITDA) nettamente migliore, pari a 34,2 milioni di Euro (margine EBITDA: 3,7%; 2018: –69,1 milioni di Euro, –9,1%).

Il risultato del Gruppo è stato di –8,6 milioni di Euro (2018: –175,5 milioni di Euro). Il risultato per azione è stato quindi pari a –0,25 Euro (2018: –5,06 Euro). Con 303 milioni di Euro la liquidità netta si è mantenuta pressoché invariata (31.12.2018: 305,5 milioni di Euro) e rimane a livelli elevati. Con un Equity Ratio del 37,6% (31.12.2018: 42,9%) a fine 2019, SMA presenta una solida struttura di bilancio. L’azienda dispone, inoltre, di una linea di credito di 100 milioni di Euro presso banche nazionali.

Nonostante la crisi del coronavirus, il consiglio di amministrazione di SMA conferma le previsioni di fatturato e risultati per l’esercizio 2020 pubblicate il 7 febbraio 2020, con un aumento del fatturato, che dovrebbe collocarsi fra 1 miliardo e 1,1 miliardi di Euro. SMA vanta un buon posizionamento, che le consente di conquistare quote di mercato anche nelle attuali circostanze. Il Consiglio di Amministrazione ha, inoltre, pianificato l’implementazione di ulteriori misure per la riduzione dei costi. In questo contesto, il Consiglio di Amministrazione dell’azienda prevede anche un’ulteriore crescita in termini di EBITDA, tra i 50 e gli 80 milioni di Euro. “Finora il Coronavirus ha avuto solo ripercussioni marginali sugli affari di SMA. Gli ordini in entrata e il fatturato continuano a crescere dall’inizio dell’anno e siamo riusciti a contenere al minimo le difficoltà di fornitura attraverso una gestione proattiva”, afferma Jürgen Reinert. “SMA si è concentrata tempestivamente sulla prevenzione e ha adottato da subito misure appropriate come il divieto di viaggi, il telelavoro e, ove possibile, l’adeguamento dei processi di produzione. In questo modo garantiamo la prosecuzione quasi normale delle attività, proteggendo al contempo la salute dei nostri dipendenti. Naturalmente dobbiamo continuare a monitorare attentamente gli sviluppi della situazione in relazione al Coronavirus ed essere pronti a reagire in modo flessibile. Riteniamo comunque che SMA sia pronta a reagire in modo appropriato a ogni possibile sviluppo.”