CCIR

Il Consiglio di Amministrazione di Farmaè S.p.A. ha esaminato i dati relativi ai ricavi al 31 marzo 2020, non sottoposti a revisione legale, e i principali KPI. Farmaè ha registrato ricavi pari a 13,5 milioni di Euro in crescita del 71% rispetto al primo trimestre 2019.

Tale incremento è principalmente dovuto alle vendite on line che hanno evidenziato un incremento del 76% raggiungendo l’importo di 12,6 milioni di Euro. Tale crescita si è registrata in partico-lare nel mese di marzo. Risultati positivi che superano le aspettative, trattandosi di un business che storicamente realizza nel primo semestre il 40% del fatturato annuo e il 60% nel secondo semestre.

Nei primi tre mesi i clienti sui portali sono cresciuti del 73% sino ad arrivare a circa 190mila rispetto ai 110mila dello stesso periodo del 2019, con un incremento degli ordini sulle piattaforme dell’82% sino ad arrivare a 303 mila rispetto ai 166 mila del primo trimestre del 2019. Tale crescita si giustifica con il periodo di emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Covid-19 in cui il canale on-line è stato sicuramente privilegiato. Anche il sito www.beautye.it, ap-pena lanciato, sta registrando risultati incoraggianti.

Nei tre mesi di inizio 2020 le sessioni sui siti sono state pari a 8 milioni e 800 mila rispetto ai 4 milioni e 400 mila (+101%) del primo trimestre 2019 e sono stati venduti 1,7 milioni di prodotti rispetto agli 888mila nel primo trimestre 2019 (+88%).

A partire dal trimestre in oggetto, Farmaè provvederà a comunicare al mercato, in via volontaria, i dati relativi ai ricavi e ai principali KPI su base trimestrale.

Il Consiglio di Amministrazione ha altresì approvato un investimento di Euro 0,57 milioni riguardante il nuovo polo logistico di Migliarino Pisano, volto ad ampliare la capacità di evasione ordini dell’at-tuale impianto. L’implementazione del progetto avverrà entro il mese di agosto in modo da essere pienamente operativo dal prossimo ottobre per far fronte ai flussi di ordini attesi per l’ultima parte dell’anno