CCIR

Approvato con grande soddisfazione dall’Assemblea dei soci di Cantine Riondo Spa il bilancio 2019 che segna, con un +7% a valore rispetto al 2018, un nuovo traguardo per la cantina veneta controllata al 100% da COLLIS Veneto Wine Group.  Risultati record sia per valore delle vendite,

pari a 44,5 milioni di euro, sia per i volumi con 21 milioni di litri confezionati nell’anno.
Con un EBITDA pari a 3,5 mln di euro, +15 % rispetto al 2018 ed un utile netto pari a 1,2 mln. di euro, +65% sul 2018, Cantine Riondo continua la sua crescita su basi sempre più solide. Importanti sono stati gli investimenti, pari a 700.000 euro, per rendere sempre più efficiente la produzione con nuovi impianti e per garantire spazi adeguati all’aumento delle attività. 
Perfomances che confermano il piano strategico e operativo mirato all’internazionalizzazione dei mercati, guidato dal Presidente Claudio Tamellini e dal Direttore Generale Gianfranco Gambesi.
Così sono cresciuti a doppia cifra i mercati del Nord Europa, Svezia in testa, e gli Stati Uniti. Mercati esteri arrivati oramai ad una quota di circa il 63% del fatturato, con grandi opportunità che si affacciano anche in Russia e sui mercati asiatici.
Cantine Riondo ha visto negli ultimi quattro anni una crescita esponenziale dei risultati dovuta ad un’ importante riorganizzazione interna che, a partire dai rigidi protocolli di produzione mirati ad alzare costantemente la qualità dei propri prodotti, passando per il potenziamento della struttura commerciale, ha coinvolto l’intero processo produttivo dando vita ad un nuovo business model che ha consentito recuperi di efficienza e quindi una migliore marginalità. Numeri che testimoniano l’entusiasmo, la passione e la tenacia di una realtà solida e all’avanguardia al servizio della cooperazione.