È di 16,4 mld/€ il valore degli acquisti effettuati nel 2020 dalle pubbliche amministrazioni sugli strumenti Consip (Convenzioni, Accordi quadro, Mepa, Sdapa, Gare su delega e in ASP), pari a un punto percentuale di PIL. Il dato di preconsuntivo della Società – partecipata al 100%

dal Ministero dell’Economia e Finanze – evidenzia una crescita del +7% rispetto al 2019. In aumento anche il risparmio messo a disposizione delle PA, calcolato secondo una consolidata metodologia definita da Mef e Istat, che nel 2020 raggiunge quota 3,9 mld/€ (+17% vs 2019). Cresce infine il valore delle gare aggiudicate pari a 10,8 mld/€ (+52% vs 2019) e il numero dei lotti aggiudicati pari a 275 (+50% vs 2019), che evidenzia la priorità assegnata alla velocità di conclusione delle procedure di gara.

Confermata, quindi, la fiducia di amministrazioni e imprese - rispettivamente oltre 95mila punti ordinanti registrati e circa 155mila aziende aggiudicatarie o abilitate - al Sistema Consip, struttura di servizio al funzionamento della PA e - in un momento così drammatico - anche di sostegno all’emergenza sanitaria.

Complessivamente, i risultati confermano il trend di crescita del quadriennio 2017-20: il valore cumulato degli acquisti delle amministrazioni è pari a 54 mld/€, con una crescita assoluta di +100% rispetto al 2016 (8,2 mld/€ nel 2016 vs 16,4 mld/€ del 2020) il valore cumulato del risparmio sfiora i 13 mld/€, con una crescita assoluta di +29% rispetto al 2016 (3,0 mld/€ nel 2016 vs 3,9 mld/€ del 2020) il valore cumulato delle gare aggiudicate è pari a 29 mld/€, con una crescita assoluta di +98% rispetto al 2016 (5,5 mld/€ nel 2016 vs 10,8 mld/€ del 2020).